Stranger Things, QUELLA star svela: “Soffro di attacchi di panico”

Una famosa star di Stranger Things ha svelato, purtroppo, di soffrire di attacchi di panico fin dall’età di 15/16 anni, a causa della pressione psicologica di recitare in uno degli show televisivi più seguiti di sempre, spiegando però di aver trovato giovamento durante le riprese del suo ultimo progetto.
Stranger Things, QUELLA star svela: "Soffro di attacchi di panico"

Non è facile gestire il successo, specialmente se sei uno dei giovani attori hollywoodiani più conosciuti al mondo. Lo dimostra Finn Wolfhard, colui che presta il volto a Mike, protagonista di Stranger Things, che durante un’intervista al The Hollywood Reporter, ha affermato di soffrire di frequenti attacchi di panico dall’età di 15/16 anni. L’attore ha inoltre spiegato come tutte le persone a lui vicine pensassero che stesse bene soltanto perché stava vivendo il suo sogno. Un pensiero alquanto superficiale, che non tiene conto, ovviamente,  di quella che può essere la pressione psicologica di recitare in uno degli show televisivi più seguiti di sempre, soprattutto per un adolescente.

“Quando le cose sembrano davvero grandi e travolgenti, nella mente di un attore ancora bambino possono sembrarlo in maniera ancora più accentuata, perché hai il presentimento che tutto possa finire in un istante” ha spiegato Wolfhard, aggiungendo inoltre quanto prendersi una pausa nei momenti più difficili o particolarmente provanti sia assolutamente necessario, non soltanto per preservare la propria salute, ma anche per poter dare sempre il 100% nel proprio lavoro.

Proseguendo nell’intervista Finn Wolfhard ha ammesso che i momenti passati sul set del suo ultimo progetto, When you finish saving the world, prodotto dalla A24, gli siano stati di grandissimo aiuto, grazie anche a Jesse Eisenberg, regista e sceneggiatore della pellicola, che gli avrebbe infatti condiviso di aver avuto i suoi stessi problemi nel 2009, durante le riprese di Adventureland.

Wolfhard si è lasciato andare, inoltre, ad alcune dichiarazioni riguardo il futuro di Stranger Things, ammettendo che riterrebbe ridicola l’eventualità in cui lo show dovesse durare più di cinque stagioni. “Inizialmente non sapevamo nemmeno se lo show avrebbe avuto una seconda stagione. Quindi siamo assolutamente grati che le persone abbiamo ancora voglia di guardarlo”. Il giovane attore ha detto anche di non essere particolarmente preoccupato per il futuro della sua carriera una volta conclusa Stranger Things, esprimendo la volontà di concentrarsi maggiormente sui propri affetti e vivere giorno per giorno.

La quinta stagione di Stranger Things, con molta probabilità, uscirà non prima del 2024. Siete curiosi di sapere qualcosa di più sullo spin-off che i fratelli Duffer hanno in mente? Promettiamo di tenervi aggiornati.

Facebook
Twitter