Scream VI: un coltello taglia la Grande Mela nella nuova locandina

Una mela perforata da un coltello: è questa la nuova locandina di Scream VI. Il frutto è in realtà una metafora di New York, la città dove è ambientato il sesto capitolo della saga, il più lungo tra tutti. Il film racconterà la storia di Ghostface nella cornice di una grande metropoli, dove è difficile accorrere se qualcuno ha bisogno d’aiuto.
Scream IV: un coltello taglia la Grande Mela nella nuova locandina

È prevista tra meno di un mese l’uscita di Scream VI, sesto capitolo della saga horror incentrata sulla storia del serial killer Ghostface. Il personaggio ideato da Wes Craven si prepara questa volta a lasciare la sua Woodsboro alla volta di New York. È proprio a partire da questo cambio di location che si sviluppa il nuovo poster del film, diffuso in esclusiva dall’account Twitter ufficiale di Scream.

Ghostface in un frame di Scream VI
Ghostface in un frame di Scream VI

L’associazione col serial killer è inevitabile, nonostante il suo personaggio non sia direttamente presente nel poster. Wes Craven infatti punta tutto su simboli e icone: la mela nella quale vediamo affondare il coltello non è altro che l’allegoria di New York. La metropoli per antonomasia, comunemente chiamata grande mela viene “accoltellata”, dunque messa in pericolo, dall’arrivo di Ghostface.

Pochi giorni fa è uscito il trailer ufficiale del sesto capitolo del franchise, che sarà il più lungo di tutta la saga. I 55 secondi di video (che lasciavano intendere il ritorno di Courteney Cox, ma anche l’arrivo di new entry come Jenna Ortega e Jasmine Savoy Brown) non sono gli unici a presagire la suspence del nuovo prodotto. A confermare la spirale di terrore -stavolta mista a uno spunto di riflessione collettiva- è anche Melissa Barrera, star di Scream V:

È venti volte più mortificante dei precedenti. Qui si vede come, in una città enorme come New York, ognuno fa le sue cose, e se qualcuno urla in cerca d’aiuto, è difficile che qualcuno accorra. Nessuno ti viene ad aiutare, perché è come se tutti pensassero che ciò che avviene non li riguarda. Dunque è mortificante perché oltre all’inseguimento di Ghostface, puoi assistere a come l’umanità reagisce a una situazione del genere. Tuttavia, penso di aver già detto troppo!”

Non ci resta che aspettare l’uscita di Scream VI per capire a pieno le situazioni cui fa riferimento l’attrice. Chi si nasconderà sotto la maschera di Ghostface? Lo scopriremo al cinema dal 10 marzo!

Facebook
Twitter