Sanremo, Russel Crowe è venuto gratis e a sue spese: “Per il piacere di esserci”

Come ogni anno, il Festival di Sanremo continua a regalare emozioni. Tra musica, spettacolo e il tanto amato Fanta Sanremo, questa nuova edizione del Festival della musica italiana sembra puntare sempre più in alto. Lo dimostra l’invito di Russell Crowe sul palco dell’Ariston.
Russell Crowe al Festival di Sanremo 2024

Direttamente da Hollywood, è arrivato al Festival di Sanremo niente poco di meno che Russell Crowe. L’attore neozelandese è tornato a camminare sul palco dell’Ariston dopo 23 anni, quando fece un ospitata grazie al successo de Il Gladiatore. Crowe ha annunciato il suo arrivo con grande entusiasmo, pubblicando una foto sui social di lui insieme al suo staff. 

L’attore, presentato sul palco da Amadeus e Teresa Mannino, si è esibito sul palco insieme alla sua band: Russell Crowe & The Gentlemen Barbers. Durante l’intervista con Amadeus, Crowe ha svelato di aver recentemente scoperto di avere origini italiane. A quanto pare, un suo lontano parente è originario di Ascoli Piceno, città nella quale Crowe si esibirà con la sua band durante alcune date previste in Italia. Oltre alla città marchigiana, il gruppo porterà la propria musica anche a Bologna, Roma e persino Pompei.

Russell Crowe si è poi lasciato andare ad una battuta su John Travolta e il suo balletto, per poi recitare in italiano la sua battuta più famosa: “al mio segnale scatenato l’inferno. La sua partecipazione al Festival è stata decisamente apprezzata dal pubblico, ritenendola nettamente superiore a quanto visto il giorno prima con il protagonista di Grease. Lo stesso Amadeus si è detto entusiasta dell’attore, il quale non ha richiesto nessun rimborso spese per il viaggio.

“Viene a sue spese per il piacere di esserci”, così ha precisato il conduttore del Festival durante la conferenza stampa. Russell Crowe aveva già dimostrato la sua conoscenza della nostra lingua in L’esorcista del papa, film del 2023 nel quale l’attore veste i panni di Padre Amorth. Qui potete trovare la nostra recensione della pellicola. Come di consueto vi aspettiamo nella sezione commenti per conoscere la vostra opinione su Crowe e su quanto visto finora al Festival di Sanremo.

Facebook
Twitter