Hachiko: la storia vera del cane che commosse il mondo

Torna questa sera in TV la storia di un cane e del suo padrone, che commuove gli spettatori dal 2009. Hachiko, prima ancora, aveva commosso un’intera nazione. Perché, sì, la pellicola si rifà ad una storia vera, quella del professor Ueno e del suo cane, che coinvolse tutto il Giappone.
Richard Gere in una scena del film Hachiko e il vero Hachiko

Oggi, 29 gennaio 2024, va in onda in TV il film drammatico Hachiko – Il tuo migliore amico. Sarà trasmesso da La5 (canale 30 del DT) alle ore 21:10. L’incontro tra Parker, un professore di musica, e il cucciolo di Akita Inu avviene per caso. In stazione, dove Parker si reca ogni giorno per raggiungere il posto di lavoro.

Nonostante le iniziali rimostranze della moglie di Parker, ancora troppo legata al loro precedente cane scomparso da poco, il piccolo Hachi rimane in famiglia. Il professore, interpretato da Richard Gere, e il cane svilupperanno poi un indissolubile legame. Un tipo di rapporto che solo gli Akita riescono a creare con il loro padrone, tanto simbiotico da portare Hachi a recarsi ogni giorno in stazione ad aspettare il ritorno del suo padrone. Anche dopo la morte dello stesso.

La drammatica e commovente storia si rifà in realtà alla pellicola Hachikō Monogatari del 1987, che si ispira, a sua volta, ad una storia vera. Dobbiamo spostarci in Giappone, intorno agli anni ’20. Hidesaburo Ueno, anche lui professore universitario, adotta un piccolo Akita. E anche in questo caso il cucciolo aveva preso l’abitudine di aspettare il padrone in stazione, di ritorno dal lavoro. Ogni giorno, sempre alla stessa ora, per dimostrare il suo affetto e lealtà. Anche quando Ueno venne tragicamente colpito da un ictus durante una lezione, Hachi mantenne instancabilmente il suo appuntamento. Anche quando ormai aveva capito che il suo amico non avrebbe fatto più ritorno. E questo per altri dieci anni, fino alla morte dello stesso Hachi.

La storia di Hachiko commosse l’intero paese e numerosi curiosi si mobilitarono per incontrarlo. Hachi scomparve nel marzo del 1935 e venne seppellito accanto al suo padrone. Ancora oggi, nel quartiere di Shibuya a Tokyo, potete trovare una statua realizzata in suo omaggio da Teru Endo, divenuta tappa fissa per i turisti. Hollywood ha spesso proposto e riproposto racconti, più o meno drammatici, che vedono protagonisti i padroni e i loro amici a quattro zampe, senza però trovare la stessa forza emotiva di Hachiko. Per citarne qualcuno, Io & Marley, Belle & Sebastein e la commovente storia di Sergente Rex.

Facebook
Twitter