Copycat – Omicidi in serie: i serial killer del film sono esisti davvero?

Copycat - Omicidi in serie, thriller del 1995, va in onda stasera. Il film, con Sigourney Weaver, racconta di Helen Hudson, una psicologa criminale agorafobica coinvolta in omicidi che imitano famosi assassini del passato.
La locandina del film Copycat - Omicidi in serie

Stasera alle 21:15 su La 7 va in onda Copycat – Omicidi in serie. Film thriller del 1995 diretto da Jon Amiel, con Sigourney Weaver, Holly Hunter e Harry Connick Jr, racconta la storia di una psicologa criminale, Helen Hudson, che viene aggredita da un serial killer e diventa agorafobica. Anni dopo, si ritrova coinvolta in una serie di omicidi che imitano quelli di famosi assassini in serie del passato. Il film si basa su una premessa originale, ma si ispira anche a fatti e personaggi reali.

Il serial killer del film, Peter Foley, impersona diversi omicidi compiuti da veri criminali. Copycat – Omicidi in serie attinge da una serie di noti serial killer, ciascuno con il proprio modus operandi e profilo distintivo. Il film prende ispirazione dalle figure di Albert DeSalvo, Angelo Buono e Kenneth Bianchi, David Berkowitz, Ted Bundy, Peter Kürten, Edmund Kemper e Jeffrey Dahmer. Il film si basa sui metodi e le modalità degli omicidi reali, ma anche su alcuni dettagli biografici dei serial killer.

Foley condivide molti tratti con alcuni dei più famosi assassini della storia. Ha una relazione con una donna sposata con una figlia , come DeSalvo. Lavora come operaio e ha un complice che lo aiuta a rapire le sue vittime, come Buono e Bianchi. Lascia dei messaggi cifrati sulle scene del crimine, come Berkowitz. Si finge ferito per attirare le sue vittime nella sua auto, come Bundy. Confessa i suoi crimini a un giornalista prima dell’arresto, come Kürten. Uccide sua madre e le taglia la testa, come Kemper. Infine, conserva delle polaroid delle sue vittime nel suo frigorifero, come Dahmer.

Recentemente Netflix ha pubblicato la serie Dahmer – Mostro: la storia di Jeffrey Dahmer, che racconta la vita e i crimini del famigerato serial killer. La serie ha suscitato molte critiche e controversie. In particolare, la vittoria del Golden Globe come miglior attore protagonista da parte di Evan Peters, che interpreta Dahmer, ha scatenato l’ira dei familiari delle vittime. Scopri di più nel nostro articolo.

Il film non solo si ispira ai serial killer reali, ma anche ad altri film del genere. Ad esempio, la scena in cui Foley uccide una donna in un ascensore ricorda quella di Dressed to Kill di Brian De Palma; la scena in cui Foley si traveste da donna per sfuggire alla polizia ricorda quella di Psycho di Alfred Hitchcock; la scena in cui Foley entra nell’appartamento della dottoressa Hudson ricorda quella di Wait Until Dark di Terence Young.

Se siete fan dei film thriller , tra pochi giorni uscirà il nuovo lavoro di David Fincher, The Killer. Noi l’abbiamo visto in anteprima, ecco la nostra recensione.

Copycat – Omicidi in serie è quindi un film che mescola realtà e finzione, omaggiando e rielaborando i classici del thriller e del cinema sui serial killer. Il film ha avuto un buon successo di pubblico e di critica, ed è considerato uno dei migliori del suo genere.

Facebook
Twitter