Breaking Bad, Rhea Seehorn rivela: “Il personaggio di Mike non doveva esserci nella serie”

La tanto amata Kim Wexler torna a parlare della sua partecipazione al franchise di Breaking Bad, svelando come un personaggio nello specifico non sarebbe dovuto essere nella serie. Sembrerà impossibile, ma parlava proprio di Mike, personaggio che stagione dopo stagione è diventato invece sempre più importante nella serie.
Breaking Bad, Rhea Seehorn rivela: "Mike non doveva esserci"

I motivi che hanno portato Breaking Bad al suo enorme successo, come sappiamo, sono diversi. E possiamo dire con serenità che oltre ai personaggi di Walter White e Jesse Pinkman, Mike Ehrmantraut ha giocato alla grande un ruolo essenziale. La sua prima apparizione è stata esattamente sul finire della seconda stagione della serie, ma da quel momento in poi non si è più potuto fare a meno di lui, della sua storia, della sua forza e della sua insensibilità apparente. Ma se vi dicessimo che il personaggio di Mike non era per niente previsto?

L’entrata in scena in Breaking Bad

Mike in una scena di Breaking Bad
Mike in una scena di Breaking Bad

E’ stata Rhea Seehorn, meglio conosciuta nella serie come l’avvocata Kim Wexler, che durante un’intervista al The Rich Eisen Show ha commentato la sua partecipazione alla serie, raccontando anche dell’entrata in scena del personaggio di Mike.
Se ora ci sembra impossibile che le cose stessero davvero così, data la centralità che il personaggio ha saputo assumere da stagione in stagione, la verità sembra essere un’altra: il personaggio di Mike in teoria non doveva esserci.

La prima scena in cui lui compare, nell’ultimo episodio della seconda stagione, sarebbe dovuta essere girata da Bob Odenkirk (Saul Goodman). Ma quest’ultimo non poteva esserci per un altro impegno che lo vedeva coinvolto in una comparsata nella serie How I Met Your Mother. Per questo, gli autori hanno pensato di coinvolgere per la scena l’attore Jonathan Banks. Inizialmente si pensava che sarebbe stata un’apparizione singola, ma il feeling con Jesse Pinkman (Aaron Paul) nella scena in questione ha portato al risultato che noi tutti oggi conosciamo.

L’intervista a Rhea Seehorn (Kim Wexler nella serie)

Questa casualità insomma è riuscita a portare alla serie tanta fortuna. Infatti, a oggi sarebbe impossibile immaginare Breaking Bad senza uno dei suoi personaggi più essenziali. Tant’è vero che anche nel prequel dedicato alla storia e all’evoluzione del personaggio di Saul Goodman, Better Call Saul, Mike riveste un ruolo centrale: un punto di connessione tra i diversi protagonisti in gioco ma soprattutto l’antieroe di cui tutti non potevamo fare a meno.

Facebook
Twitter

Vai alla Scheda Serie TV