The First Day of My Life: Paolo Genovese si prepara al suo debutto negli Stati Uniti

Paolo Genovese, dopo l’enorme successo anche all’estero con Perfetti Sconosciuti, è pronto per fare il suo debutto in lingua inglese con The First Day of My Life, un dramma suicida ambientata a New York e con echi del classico di Frank Capra, La vita è meravigliosa. Basato sul romanzo omonimo dello stesso Genovese, The First Day of My Life ruota attorno a quattro personaggi sull’orlo di perdere le loro vite e fanno un patto con uno sconosciuto con poteri soprannaturali. L’uomo misterioso dà loro la possibilità di andare avanti nel tempo per vedere per una settimana come i loro amici e parenti reagirebbero alla loro morte e come sarebbe il mondo senza di loro. L’ultimo giorno della settimana, i quattro potenziali suicidi hanno la possibilità di decidere se vivere o saltare dal ponte di Manhattan. I quattro personaggi sono Emily, una ex ginnasta olimpica ora su una sedia a rotelle; Aretha, un agente di polizia con un passato doloroso; Napoleon, un attore teatrale di successo a New York; e Daniel, una baby-star nel mondo della pubblicità americana.

«È quasi come un manuale di sopravvivenza. Avevo bisogno di scrivere qualcosa di gioioso – anche se si tratta di suicidio – qualcosa che dà un senso alla vita. Penso che sia qualcosa di cui le persone hanno bisogno».

Genovese
Perfetti Sconosciuti

Questo nuovo film di Genovese è ora in fase di sviluppo avanzato, che prevede di girare in inglese con attori americani. Di recente ha trascorso due mesi a New York lavorando alla sceneggiatura e ai luoghi di scouting. Anche se il casting è ancora in fase di definizione, Genovese ha detto che gli piacerebbe puntare «sul meraviglioso pool di talenti di attori americani che appaiono nelle serie televisive statunitensi anche se potrebbero non essere necessariamente noti al pubblico italiano». Perfetti Sconosciuti sta avendo un buon riscontro nei mercati esteri, oltre ad aver incassato più di 16 milioni di dollari al box-office italiano. Il suo ultimo film The Place, invece, non è riuscito a mantenere lo stesso livello d’aspettative del precedente, forse anche colpa del suo non essere una sceneggiatura originale di Genovese.

Leggi la recensione di The Place.

Facebook
Twitter