The Creator: in che anno è ambientato il film futurista?

The Creator esce oggi in Italia. Già definito dai critici uno dei migliori film dell'anno, il film ha su di sé grandi aspettative. Incentrato sul tema bollente dell'Intelligenza Artificiale, il film è ambientato nel futuro, ma quanto futuro? Ve lo diciamo in questo articolo.
The Creator: in che anno è ambientato il film futurista?

L’Intelligenza Artificiale è un argomento scottante e profondamente attuale. Il dibattito che riguarda questa gigantesca innovazione tecnologica sta arrivando in tutti gli ambienti: dalla politica alla scienza, passando per l’arte e lo spettacolo. Anche il cinema si è inserito in questa discussione scottante. Prima con gli scioperi a Hollywood (prima degli sceneggiatori, poi degli attori), incentrati, tra le altre cose, anche sull’utilizzo dell’IA nella Settima Arte, poi, con i film. E The Creator si inserisce perfettamente nella discussione, dando una visione non certo ottimistica della situazione.

Ambientato nel futuro, il film di Gareth Edwards (qui un articolo con tutto quello che c’è da sapere sul film) racconta di un agente delle forze speciali, Joshua, incaricato di trovare ed eliminare il “creatore” di un’intelligenza artificiale incaricata di distruggere l’umanità.

Il film (domani in arrivo la nostra recensione!) è ambientato nel futuro, lo abbiamo detto. Ma quanto nel futuro? Quando, secondo il film e i suoi ideatori, l’Intelligenza Artificiale prenderà il sopravvento sull’umanità? Di seguito troverete la riposta.

The Creator: quando dovremo iniziare a preoccuparci?

John David Washington in The Creator
John David Washington in The Creator.

Il film è ambientato nel 2070 in un mondo spaccato a metà tra la potenza crescente dell’Intelligenza Artificiale (sostenuto dalla parte asiatica) e tra le forze in rapido cedimento dell’umanità (sostenute, poteva forse essere diversamente?, dagli Stati Uniti). Il film vedrà la partecipazione di John David Washington (qui un nostro articolo su di lui e su altri “figli d’arte del cinema statunitense) nel ruolo del protagonista e della giovanissima Madeleine Yuna Voyles nel ruolo del robot umanoide Alfie.

Le proiezioni riservate ai critici sono state un successo e il film, in uscita oggi 28 Settembre 2023 in Italia, si prospetta come uno dei titoli più interessanti dell’anno. Anche in ottica premiazioni. Un misto tra George Orwell, Blade Runner e Logan che non vediamo l’ora di vedere.

Facebook
Twitter