Sonic – Il film: com’è stata realizzata la tecnica mista live-action e CGI?

In questo inizio Novembre 2023, torna in tv un divertentissimo film tratto dai videogiochi di Sonic. Sonic - Il film è riuscito ad integrare egregiamente la CGI con il live-action, ma non è stato tutto rosa e fiori e anzi i problemi sono sorti fin da subito.
Il poster del film Sonic - Il film

Se non sapete cosa fare stasera, è l’occasione giusta per recuperare Sonic – Il film che andrà in onda questa sera di Novembre 2023 alle 21:20 su Italia 1. Il film di Jeff Fowler è un divertente e avventuroso omaggio al personaggio videoludico. Quando uscì il primo trailer del film tutti insorsero contro il design di Sonic, e così il 2 maggio 2019, in risposta alle critiche, Fowler annunciò su Twitter che Sonic sarebbe stato completamente ridisegnato.

La riprogettazione ha aggiunto circa 5 milioni di dollari al bilancio di produzione, e ci sono voluti circa cinque mesi. Ma si sono poi rifatti con l’incredibile spot per il sequel Sonic 2 – Il Film che hanno presentato nel 2022. Non perdetevi questo divertente e colorato film sul famosissimo porcospino dei videogiochi. Ma quindi, come hanno realizzato Sonic – Il film?

Sonic – Il film: il segreto tra live-action e CGI

Le riprese “reali” del film, iniziate a metà settembre 2018 e concluse il 16 ottobre 2018, si sono svolte principalmente tra Stati Uniti e Giappone. Ma, come succede soprattutto per film di questo tipo, il più grosso lavoro è stato fatto in post-produzione. La CGI deve essere perfettamente integrata con il live-action ed è proprio in questa fase che ci si gioca la buona o cattiva riuscita del film. Anche solo un mediocre risultato potrebbe affossare il film.

Alla gran parte degli effetti ci hanno lavorato diverse aziende: la Moving Picture Company (MPC), la Marza Animation Planet, Blur Studio, Trixter e Digital Domain in un sinergico lavoro di squadra. L’intero team di produzione ha creato in primis una versione live-action di Sonic utilizzando CGI, aggiungendo tutti quegli elementi caratteristici del personaggio, quindi pelliccia, scarpe da ginnastica, e due grossi occhi a palla cercando di mantenere un fisico più umano. Hanno usato Ted, l’orsacchiotto protagonista dell’omonimo film, come riferimento per inserire questo nuovo personaggio digitale in un ambiente reale.

Il produttore esecutivo Tim Miller ha dichiarato: “Sarebbe strano, e sembrerebbe che stia correndo nudo se fosse una specie di lontra. Abbiamo pensato subito ad una pelliccia, e non abbiamo mai considerato nulla di diverso. Fa parte di ciò che lo integra nel mondo reale e lo rende una vera creatura.” Nonostante tutti fossero soddisfatti del risultato finale (del secondo design), secondo Miller SEGA non era “totalmente felice” degli occhi di Sonic. Ma d’altronde si sà, i giapponesi hanno sempre da ridire quando si parla delle loro properties.

Sonic – Il film torna in tv stasera alle 21:20 su Italia 1. Non perdetevi questo divertente e colorato film sul famosissimo porcospino dei videogiochi. Lo sapevate che è stato il miglior incasso per un film tratto dai videogame quell’anno?

Facebook
Twitter