Seth Rogen non lavorerà più con James Franco a causa delle accuse di molestie sessuali

Seth Rogen si è recentemente raccontato in un’intervista al Sunday Times.
L’attore ha avuto modo di parlare dei suoi frequenti ruoli a fianco di James Franco, attore con cui ha più volte recitato sin dal 1999, quando i due furono presenti nella serie Freaks and Geeks.
L’ultima collaborazione dei due è stata The Disaster Artist, film che ha riscosso un notevole successo fra pubblico e critica.

Da quel momento, però, a seguito di varie accuse di molestie sessuali rivolte a James Franco da alcune frequentatrici di seminari di recitazione, il rapporto fra i due si è incrinato e, nonostante nel 2018 l’attore avesse comunicato che avrebbe continuato a collaborare con l’amico e collega, ha annunciato di non avere più intenzione di lavorare con James Franco.
Le parole di Rogen sono una risposta a quelle dell’attrice Charlyne Yi, che, sul proprio profilo Instagram, ha recentemente ricordato di essere stata vittima di molestie sul set di The Disaster Artist.

https://www.instagram.com/p/CNaQv9apF9u/

Charlyne Yi ha affermato che James Franco, regista del film, le avrebbe assegnato un ruolo di maggior spessore se si fosse concessa sessualmente a lui. Il tutto sarebbe avvenuto nella negligenza generale dei produttori, fra i quali figurava anche Seth Rogen.
L’attore ha deciso quindi di fare chiarezza sull’evento:

Quello che posso dire è che disprezzo gli abusi e le molestie e non vorrei mai coprire o nascondere le azioni di qualcuno che li commette o mettere consapevolmente qualcuno in condizione di trovarsi vicino a una persona che ha commesso simili atti.
Guardo anche indietro a quell’intervista del 2018 nella quale commentavo che avrei continuato a lavorare con James, a dire il vero non ho mai avuto in progetto di farlo e non ho assolutamente intenzione di farlo adesso.
Queste accuse hanno cambiato molto delle nostre relazioni e delle nostre dinamiche. Non credo di poterne parlare in maniera più approfondita.”

Questa e altre notizie su CiakClub.it

Facebook
Twitter