SAG Awards 2023: A24 vince e celebra la virtù della perseveranza

Alla 29ª edizione degli Screen Actors Guild (SAG) Awards, la casa di produzione A24 ha fatto incetta dei premi principali grazie ai film “Everything Everywhere All at Once” e “The Whale”. Durante i loro discorsi di premiazione, gli attori vincitori si sono concentrati molto sulla fatica che hanno affrontato per arrivare fino a quel punto e hanno invitato gli attori che vivono delle difficoltà a non arrendersi.
SAG Awards: A24 vince e celebra la virtù della perseveranza

Ai SAG Awards 2023, Everything Everywhere All at Once di A24 si è aggiudicato i premi per il miglior cast, miglior attrice, miglior attore non protagonista e migliore attrice non protagonista.

È stato James Hong (Gong Gong nel film) a fare un discorso a nome dell’ensemble. L’attore ha ricordato che il suo primo film risale a 70 anni fa e aveva come protagonista Clark Gable: “A quei tempi, [i ruoli asiatici] erano interpretati da ragazzi [bianchi] con il nastro adesivo sugli occhi perché i produttori dicevano che gli asiatici non erano abbastanza bravi e non ‘facevano cassa’ ma guardateci adesso!“.

Michelle Yeoh (miglior attrice) ha ricordato la lunga carriera che l’ha portata a ottenere il suo primo ruolo da protagonista in un film americano: “Ognuno di voi conosce gli alti e i bassi. Questo non è solo per me, ma per tutte le ragazze come me. Grazie per avermi dato un posto a questa tavola, perché molte di noi ne hanno bisogno: vogliamo essere viste, vogliamo essere ascoltate. E stasera ci avete dimostrato che è possibile“.

Daniel Quan ha confessato in lacrime che è stato emozionante sapere che sarebbe stato il primo attore asiatico a vincere nella categoria miglior attore non protagonista: “Questo momento non appartiene più solo a me. Appartiene anche a tutti coloro che hanno chiesto un cambiamento“.

D’altra parte, Jaimee Lee Curtis (miglior attrice non protagonista) ha parlato degli attori come membri della sua tribù e si è difesa dalle accuse di nepotismo nei suoi confronti: “So che tanti attori non riescono a fare questo lavoro, e tu guardi notti come questa e pensi: ‘Sarà mai possibile per me?’. E so che mi guardi e pensi: ‘Beh, lei è figlia d’arte’. Lo capisco perfettamente. Ma la verità è che ho 64 anni e questo è semplicemente fantastico”.

La vittoria di “The Whale” ai SAG Awards 2023

La vittoria di "The Whale" ai SAG 2023
Brendan Fraser in “The Whale”

C’è anche un altro film di A24 ad aver portato a casa un premio: The Whale, per il quale Brendan Fraser si è distinto come miglior attore protagonista. Anche lui ha basato il suo discorso di accettazione sugli alti bassi della carriera: “Non avrei mai creduto che mi sarebbe stato offerto il ruolo della mia vita in questo personaggio, Charlie. È una persona che si trova su una zattera di rimpianti, ma in un mare di speranza. E io sono stato in quel mare, e ho cavalcato quell’onda, anche se mi ha portato sul fondo dell’oceano“. Fraser ha concluso incoraggiando tutti gli attori che passano un periodo simile a non darsi per vinti e perseverare.

Con Everything Everywhere All at Once e The Whale, lo studio A24 ha vinto in tutte e cinque le principali categorie cinematografiche dei SAG Awards 2023. Qui trovate l’elenco completo dei vincitori.

Facebook
Twitter