Addio Norman Reynolds, lo scenografo di Star Wars che inventò la galassia lontana lontana

È morto Norman Reynolds, scenografo britannico di capolavori da Oscar come il primo Star Wars, Superman e Indiana Jones - I predatori dell’arca perduta, primo capitolo della saga. Un uomo descritto da tutti come umile, la cui genialità sorprese chiunque, persino Steven Spielberg, con cui aveva lavorato anche a L’impero del sole.
Addio Norman Reynolds, lo scenografo che "inventò" Star Wars

Norman Reynolds, scenografo da Oscar, è morto all’età di 89 anni. Se ne va il creatore di mondi lontani e capolavori che hanno cresciuto generazioni. Reynolds era infatti la mente geniale dietro le scenografie della saga di Star Wars, del primo Indiana Jones (I Predatori dell’Arca Perduta), di Superman e di tanti, tantissimi altri. 

Si è spento serenamente, circondato dalla famiglia. A darne la triste notizia è stata la Bbc, integrando al comunicato anche una dichiarazione della famiglia dello scenografo britannico. “Nessuno avrebbe mai detto che dietro quello strato esterno di divertimento e affabilità si celava un production designer con un talento simile, che ha dato vita a quei film che tutti amiamo attraverso le sue iconiche scenografie“.

Norman Reynolds e le scenografie da Oscar

Norman Reynolds e la vittoria agli Oscar
Norman Reynolds e la vittoria agli Oscar

Si è sempre sorpreso dell’immensa fanbase da lui creata attraverso quei guizzi di idee geniali, idee che lasciarono a bocca aperta persino Spielberg: “Aveva quella rara combinazione di umiltà e genialità assoluta”. Oltre ad aver lavorato con Spielberg su L’impero del sole, Reynolds aveva elaborato le scenografie del primo Indiana Jones. Aveva infatti portato alla luce idee geniali quali quella di far inseguire l’archeologo da un masso o di metterlo alla caccia di un idolo particolare: semplicemente, un’ orribile pietra comprata da Reynolds in un aeroporto messicano.

Nel mondo di Star Wars le sue creazioni, quali la camera al carbonio utilizzata per ibernare Han Solo, la sala del trono dell’imperatore o il pianeta Dagobah, dove si ritirerà Yoda, rimarranno di ispirazione anche per serie come la recente The Mandalorian

Non solo scenografia

Indiana Jones e la pietra
Indiana Jones e la pietra

Sono ancora tantissimi i titoli a lui associabili, da Superman a Alien 3 al primo capitolo di Mission Impossible. Ma Reynolds si era cimentato anche in altri settori del cinema, alla direzione artistica del primo Star Wars e a capo degli effetti speciali che hanno reso possibile L’Esorcista III o alla regia (in qualità di seconda unità) di Alive – I Sopravvissuti

Se ne va dunque un altro pezzo di cinema, e anche se Norman Reynolds stesso faticava a crederlo, certi mondi, una volta creati, puoi distruggerli letteralmente solo nella finzione. 

Facebook
Twitter