Mission Impossible – Protocollo Fantasma: cast, trama, finale

Questa sera sarà in televisione Mission: Impossible - Protocollo Fantasma, quarto film della saga che vede protagoniste le avventure di Ethan Hunt, agente col volto di Tom Cruise. Abbiamo fatto una piccola analisi del film, per farvi arrivare pronti alla visione del film questa sera (e al prossimo film della serie, in uscita quest'anno).
Mission: Impossible - Protocollo Fantasma: cast, trama, finale

Questa sera, su Italia Uno, alle 21:20, sarà visibile il quarto capitolo della saga che vede protagonista Ethan Hunt (Tom Cruise): Mission: Impossible – Protocollo Fantasma. Il film, uscito nelle sale di tutto il Mondo nel 2011, è stato un successo al botteghino (oltre 600 milioni incassati dalla distribuzione in sala) e per la critica (7,8/10 su Rotten Tomatoes e 73/100 su Metacritic) ed è uno dei film più apprezzati della saga.

Ambientato, come gli altri capitoli, in giro per il Mondo, Mission: Impossible – Protocollo Fantasma, è un vero e proprio action moderno. Capace di coniugare qualità di effetti e stunt, ad un montaggio e una storia profondamente avvincente ed esaltante. Ma, ora, analizziamo più da vicino cos’è davvero Mission: Impossibile – Protocollo Fantasma.

Mission: Impossible – Protocollo Fantasma, la trama

L’agente Ethan Hunt è imprigionato in un carcere russo con lo scopo di ottenere informazioni da Bogdan, una fonte di informazioni sul fantomatico Cobalt. Grazie a Jane Carter e Benji Dunn, Hunt riesce nell’impresa ma, una volta entrati nel Cremlino (per accaparrarsi maggiori informazioni) viene lanciato un segnale e una parte del palazzo esplode.

Incolpata dell’evento dai servizi russi, la squadra è formalmente costretta ad abbandonare la missione. Nonostante questo, Hunt e i compagni, ricevuto l’ok dal segretario dell’agenzia, proseguono nella loro missione. In gran segreto.

Braccati dagli agenti russi, con l’aiuto dell’apparente analista William Brandt, Ethan e compagni riescono a fuggire. Grazie a Brandt, inoltre, scoprono che dietro a Cobalt si cela Kurt Hendricks, stratega nucleare russo che ha lo scopo di far iniziare una guerra tra il suo paese e gli Stati Uniti. L’uomo può inoltre già disporre una serie di codici nucleari, sottratti ad un agente collega di Hunt dall’abile Sabine Moreau.

Attraverso inganni e scambi di persone, il gruppo viaggia attraverso il Mondo, da Dubai all’India e giunge finalmente all’incontro con Kurt Hendricks. Il terrorista riesce a far partire gli ordigni ma per sapere il finale, scorrete l’articolo.

Mission Impossible – Protocollo Fantasma: il cast (stellare)

Una scena del film
Una scena del film.

Diretto da Brad Bird (alla prima esperienza in live action dopo aver diretto capolavori dell’animazione quali Gli incredibili e Ratatouille), Mission: Impossible – Protocollo Fantasma può contare sulle musiche di Michael Giacchino. Oltre che su un cast assolutamente invidiabile (e decisamente in forma nei ruoli assegnati).

Oltre al fulcro del film che ha le fattezze di Tom Cruise, qui interprete di Ethan Hunt, troviamo altre vere e proprie star del panorama cinematografico internazionale. Si parla di Jeremy Renner (The Town, Avengers), che ha qui il ruolo di William Brandt, Simon Pegg (attore di culto della commedia britannica), nel ruolo di Benji Dunn e di Paula Patton (Hitch, Precious), nel ruolo di Jane Carter.

Tra gli attori di supporto si segnalano in particolare Michelle Monaghan, Ving Rymes, Léa Seydoux, Michael Nyqvist (che interpreta il “cattivo” Kurt Hendricks), Josh Halloway e Tom Wilkinson.

Mission Impossible – Il finale (iconico) con ALLERTA SPOILER

Eravamo rimasti alla partenza degli ordigni. Dopo la partenza degli ordigni e con una mossa tipicamente alla Tom Cruise, Ethan Hunt si lancia con la macchina verso la valigetta col dispositivo d’innesco. Si salva grazie all’airbag. E disattiva gli ordigni. Puro Tom Cruise in azione.

Ma non finisce qui. Dopo il più classico dei finali “all’americana”, si scioglie anche l’ultimo nodo. Riguardante la vera identità di William Brandt. Durante il film, i suoi compagni iniziano a sospettare che l’uomo non sia solamente un analista. Le sue abilità sono superiori a quelle di un uomo che dedica la propria giornata ai numeri.

Noi spettatori (così come gli altri personaggi) scopriamo la verità durante il film ma solo nel finale il personaggio rivela la realtà ad Ethan Hunt. Era incaricato di proteggere Hunt stesso e la moglie durante una vacanza ma, a seguito di un’irruzione dei sicari, Brandt crede che la moglie dell’agente sia rimasta vittima. Venuto a sapere la verità, Hunt rivela la sua: quell’episodio non era altro che una copertura per permettere alla moglie di avere un’altra identità e di essere incarcerato in Russia, in modo tale da poter compiere la missione. Brandt felice, luci che si accendono, titoli di coda.

In attesa del nuovo capitolo della saga, in uscita quest’anno, e che avrà anche alcune scene in Italia (qui il nostro articolo), una bella rinfrescata della serie, anche attraverso Mission: Impossible – Protocollo Fantasma, non può che far bene.

E voi, conoscete la saga di Mission: Impossible? Vedrete Mission: Impossible – Protocollo Fantasma? Fatecelo sapere!

Facebook
Twitter