Mamma ho perso l’aereo: per il regista Chris Columbus, il reboot è “una perdita di tempo”

Home Alone, o come è meglio conosciuto dai noi Mamma ho perso l’aereo, compirà tra pochissimi giorni 20 anni dall’uscita nelle sale. Il regista Chris Columbus ha rilasciato recentemente in merito un’intervista. In questa si è detto totalmente contrario al remake che è in produzione per Disney+, definendolo “una perdita di tempo”.

È in una lunga intervista rilasciata a Insider che il regista di Mamma ho perso l’aereo ha espresso tutto il suo parere contrario nei confronti del reboot disneyano. Queste le sue parole, dove si vede un Columbus indispettito per non essere stato nemmeno contattato dalla Casa di Topolino. E che ha da ridire persino sull’annosa questione dei live-action.

“No, nessuno mi ha contattato in merito e, per quel che mi riguarda, lo trovo una perdita di tempo. Voglio dire, qual è lo scopo? Sono uno strenuo sostenitore del fatto che non puoi rifare un film che ha una longevità come Mamma ho perso l’aereo. Non puoi ricreare quella magia. È impossibile. Ergo, perché? Diventerebbe una sorta di “colora gli spazi numerati” di un film animato Disney, come avviene coi live action. Non ha senso, è già stato fatto. Fate un’altra roba. Anche se fallirai miseramente, almeno hai creato qualcosa di originale.”

Sempre nell’intervista, Chris Columbus ha anche parlato dell’ormai iconico cammeo di Donald Trump nel sequel di Mamma ho perso l’aereo. Così ha raccontato la bizzarra vicenda.

“Come per la maggior parte delle location a New York, devi pagare un gettone per avere il permesso di girare in quella specifica location. Avevamo contattato il Plaza Hotel, che Trump al tempo possedeva, perché volevamo girare nella hall dell’albergo. Non potevamo di certo ricostruire il Plaza in un teatro di posa. Trump ci disse “Ok”, pagammo il gettone ma ci disse anche “l’unico modo in cui impiegare il Plaza è facendomi apparire nel film”. E accettammo di farlo comparire nella pellicola e poi, al primo screening, accadde la più strana delle cose: la gente applaudì quando Trump comparve in scena. Dissi al mio montatore “Ok, lasciamolo nel film, è un momento per il pubblico”. Ma in buona sostanza per apparire nel film fece un atto di bullismo”.

Mamma ho riperso l'aereo - Mi sono smarrito a New York

Il reboot del film sarà diretto da Dan Mazer (Nonno Scatenato) mentre la sceneggiatura sarà di Mikey Day (La Piccola Boss). Sono noti anche i primi nomi di alcuni elementi del cast. Troveremo: Archie Yates (Jojo Rabbit), Ellie Kemper (Unbreakable Kimmy Schmidt) e Rob Delaney (Catastrophe).

Per news e altri approfondimenti dal mondo del cinema e delle serie tv, continuate a seguirci su CiakClub.it!

Facebook
Twitter