L’albero degli zoccoli, dov’è stato girato il capolavoro di Olmi?

In onda questa sera L’albero degli zoccoli, pellicola del 1978 diretta dal grande Ermanno Olmi. Vincitore della Palma d’Oro a Cannes e inserito nella lista dei 100 film italiani da salvare, L’albero degli zoccoli è un capolavoro nostrano da scoprire e riscoprire. Ma dov’è stato girato il film?
Omar Brignoli in una scena del film L'albero degli zoccoli

In onda questa sera, 20 gennaio 2024, su Rai Storia alle 21:10 L’albero degli zoccoli, pellicola del 1978 diretta dal grandissimo Ermanno Olmi.

Presentato alla 31esima edizione del Festival di Cannes e vincitore della Palma d’Oro assegnata dal presidente di giuria Alan J. Pakula, autore di un grande film incentrato sullo scandalo Watergate, L’albero degli zoccoli è un capolavoro del cinema nostrano, inserito non a caso nella lista dei 100 film italiani da salvare.

Il film di Olmi è girato in dialetto bergamasco, doppiato in italiano soltanto al termine delle riprese, e recitato da attori non professionisti. Gente della campagna bergamasca che parla nel proprio dialetto, descritti da Olmi con grande rigore e trasparenza: “Un mondo in via d’estinzione, osservato con rispetto e senza presunzione, lasciando che la poesia trapeli dalle parole e dai gesti di ogni giorno”, come affermato dal critico di cinema Paolo Mereghetti.

L’albero degli zoccoli è un’opera divisa in episodi. Ambientato tra l’autunno del 1897 e la primavera del 1898, il film racconta la storia di quattro famiglie di contadini. Ma dove sono state girate le scene della pellicola? Le riprese sono state effettuate tra febbraio e maggio del 1977 prevalentemente nella bassa pianura bergamasca orientale, tra i comuni di Martinengo, Palosco, Cividate al Piano, Mornico al Serio e Cortenuova.

Alcune scene sono però state girate nella campagna milanese, nei borghi di Castelletto di Abbiategrasso, Robecco sul Naviglio, Bernate Ticino e Castelletto di Cuggiono. Tra le scene girate a Milano vi è anche una breve inquadratura di via Palazzo Reale che lascia scorgere in lontananza una piccola porzione del Duomo. Oltre Milano e Bergamo, alcune scene sono state girate anche a Pavia.

La cascina che vediamo nel film si trova a Palosco, al confine con Cividate al Piano. La location è stata scoperta per caso da Olmi che, dopo essersi perso nella nebbia fitta della campagna, finì davanti a un cancello chiuso e si accorse di trovarsi davanti a una cascina che gli ricordava quella della sua giovinezza. Olmi pianse per la commozione e scelse di utilizzarla per girare il film.

Non perdetevi questa sera L’albero degli zoccoli, capolavoro di Ermanno Olmi che abbiamo omaggiato riscoprendo 5 suoi grandi classici!

Facebook
Twitter