La Chimera: dove vedere il film introvabile?

La Chimera è uno dei film italiani più interessanti dell'anno. Diretto da Alice Rorhwacher e presentato all'ultimo Festival di Cannes, la pellicola è uscita nelle nostre sale il 23 novembre scorso, senza riscuotere grande successo. Anche a causa di una distribuzione poco capillare. Ma, forse, qualcosa sta cambiando.
Il cast de La Chimera in una scena del film

In Italia abbiamo un grosso problema: facciamo fatica a valorizzare il talento, in ogni sua manifestazione. Il discorso è ampio, variegato e di non facile soluzione, ma è quanto mai tangibile, specialmente in alcune situazioni in cui ignorare questo nostro brutto vizio è ormai impossibile. E il caso che ha visto protagonista l’ultimo film di Alice Rorhwacher, La Chimera, è proprio uno di questi casi eclatanti.

Acclamatissimo da ogni parte (anche da noi) fin dalla sua presentazione all’ultimo Festival di Cannes (dove non ha raccolto premi, ma l’amore incondizionato del pubblico, quello sì), La Chimera è senza ombra di dubbio uno dei migliori film italiani dell’anno. Ottimamente interpretato, immaginifico e perfettamente coerente con la filmografia della sue regista, il quarto lungometraggio di Alice Rorhwacher è un vero gioiellino, terribilmente incompreso al momento dell’uscita in sala. Non tanto dagli spettatori (che, come vedremo, il film se lo sarebbero volentieri gustato a luci spente in una sala cinematografica) quanto da distribuzione ed esercenti, che lo hanno per lo più ignorato, puntando su altro.

Uscito nelle sale del nostro Paese il 23 novembre scorso, La Chimera non ha ricevuto l’accoglienza che ci si aspettava. La pellicola ha infatti circolato piuttosto poco (solo 102 copie sono state distribuite al momento dell’uscita, con la cifra che si è ridotta a meno di 50 ancor prima del weekend), diventando sostanzialmente irreperibile già pochi giorni dopo la data di distribuzione ufficiale. La questione ha scatenato una vera e propria sommossa sui social, alla quale si sono uniti anche la regista, Alice Rorhwacher appunto, e il protagonista del film, Josh O’Connor (già vincitore di un Golden Globe per la sua partecipazione alla serie britannicissima The Crown), che, giocosamente, hanno invitato i cinefili a far sentire la propria voce.

Dopo alcuni giorni di pacifiche (ma decise) proteste, i risultati sono finalmente arrivati. Non trionfali, certo, ma almeno qualcosa si è mosso. Con un post su Instagram, 01 Distribution ha affermato che “nei giorni scorsi il film è stato il più visto in alcune sale delle grandi città, anche grazie all’intercessione dei social e all’appello di Rorhwacher e O’Connor. Questa spinta non è stata ignorata e gli esercenti hanno risposto alla chiamata: nel prossimo weekend, il film verrà proiettato su 76 schermi”. Una piccola vittoria, che segnala però che gli spettatori hanno ancora un loro peso.

Quindi (e qui ci appelliamo a voi) date un’occhiata sui social (qui potete trovare anche il trailer della pellicola), sul sito internet del vostro cinema di fiducia e sulle piattaforme preposte: può essere che La chimera non sia più solo un’illusione. Nemo propheta in patria ma collaborando e prestando attenzione ai lavori di qualità, talvolta, qualcuno lo potrebbe diventare.

Facebook
Twitter