Invictus – L’invincibile, la storia vera dietro al film con Matt Damon

Clint Eastwood nel 2009 dirige il film Invictus - L’Invincibile, ispirato ad un evento memorabile della storia mondiale. I protagonisti sono Morgan Freeman e Matt Damon, che interpretano due ruoli di grande responsabilità. Scopri tutto sulla storia vera dietro al film, fra unitarietà nazionale e potere dello sport. Infine.. perché quel titolo?
Morgan Freeman e Matt Damon in una scena del film Invictus - L'invincibile. Nelson Mandela e François Pienaar in una foto del 1995

Morgan Freeman e Matt Damon in uno stesso film. Entrambi nominati agli Oscar rispettivamente come Miglior Attore Protagonista e Non Protagonista. Li dirige Clint Eastwood. Il film si chiama Invictus – L’invincibile e questa sera 13 dicembre 2023 è in tv. Iris (canale 22) lo trasmette alle ore 21.00 e noi abbiamo ricostruito per voi la storia reale. Sapete chi sono i veri protagonisti di cui sono interpreti le due star del film?

Invictus – L’invincibile è ambientato nel Sudafrica post-apartheid. Il 1990 è l’anno della liberazione di Nelson Mandela, tenuto prigioniero per 27 anni, e della sua elezione a Capo di Stato. Quella data segna la fine del regime di apartheid. Da allora la presidenza Mandela si concentra nell’obiettivo di una convivenza pacifica e integrata fra la popolazione nera e la popolazione bianca.

Gli Springbook sono la nazionale sudafricana di rugby, costituita da Afrikaner, ovvero sudafricani di pelle bianca, espulsa dalle competizioni internazionali durante l’apartheid. Il rugby, lo sport e in particolare gli Springbook furono il simbolo dell’unitarietà del Sudafrica e questo è il cuore del film di Clint Eastwood.

Nel 1995 il Sudafrica organizza l’evento sportivo più grande della sua storia (prima dei mondiali di calcio del 2010): la Coppa del Mondo di rugby. Per l’occasione anche la popolazione nera inizia ad urlare lo slogan “one team, one country“, a dimostrazione del graduale superamento dell’astio fra neri e bianchi sudafricani. Il tifo per la squadra di rugby sarà uno dei principali collanti dell’unione nazionale. Anche Mandela contò su di esso per creare e rafforzare lo spirito unito del suo Paese.

Morgan Freeman e Matt Damon (qui i suoi 10 film che non avete visto ma dovreste), in Invictus – L’invincibile, interpretano rispettivamente Nelson Mandela e François Pienaar. Quest’ultimo è il capitano degli Springbook e Clint Eastwood racconta con estrema verosimiglianza il rapporto di amicizia e solidarietà che si crea fra i due uomini, per il benessere del loro Paese.

La complicità fra Mandela e Pienaar animerà così tanto lo spirito degli Springbook da riuscire a guadagnare la prima Coppa del Mondo nella storia del Sudafrica. Sconfiggendo i favoriti della Nuova Zelanda la squadra di rugby diventa simbolo dell’integrazione nazionale.

Il titolo del film, Invictus riprende l’omonima poesia inglese di William Ernest Henley che fu da mantra per Nelson Mandela durante gli anni della sua prigionia. “Io sono il padrone del mio destino:/Io sono il capitano della mia anima.” I versi vengono recitati da Morgan Freeman, in quello che fu uno dei ruoli con più grande responsabilità della sua carriera.

La stretta di mano fra Nelson Mandela e François Pienaar sarà per sempre memorabile nella storia degli equilibri mondiali. Quella fra Morgan Freeman e Matt Damon in Invictus – L’invincibile resterà iconica nella storia del cinema.

Facebook
Twitter