Il problema dei 3 corpi: ci sarà la Stagione 2? Tutto quello che sappiamo

Adattamento dei libri scritti da Liu Cixin, Il problema dei tre corpi è la nuova serie Netflix di genere sci-fi. Da poco sono stati rilasciati gli otto episodi della prima stagione, ma i fan si chiedono già se e quando ci sarà una seconda, o magari anche più di due, considerando gli episodi narrati nei libri.
Il cast de Il problema dei tre corpi in una scena della serie

Il problema dei tre corpi è la nuova serie di successo sci-fi targata Netflix. Divisa in otto episodi di quasi un’ora ciascuno, riporta su schermo un’avvincente storia narrata nei libri di Liu Cixin. Tre linee temporali – Cina anni ‘60, attualità, futuro immerso nell’intelligenza artificiale – e poi ancora scienza, fede, e una domanda esistenziale: come reagirebbe il mondo all’indomani di un’imminente invasione aliena? E se gli alieni fossero già tra noi? Interrogativi affascinanti, non del tutto risolti, chiaramente, in un’unica stagione, tanto da spingere i fan a chiederne subito una seconda. Soprattutto dinanzi al finale aperto della serie

Ci sarà davvero una seconda stagione? Quando uscirà? Mentre Netflix non ha ancora confermato, gli showrunner della serie hanno dichiarato in una recente intervista di avere comunque già diverse idee per una stagione futura: “abbiamo diverse idee forti su cosa fare con una seconda stagione, però c’è ancora un po’ di dubbio lungo la via. Ma vogliamo concludere tutta la trilogia, che si tratti di tre, quattro stagioni, o qualsiasi numero sia”. Il co-creatore D. B. Weiss ha anche affermato che, riguardo i tempi, se tutto verrà confermato, ci sarà da attendere:

Se otteniamo una seconda stagione, dovremo lavorare duro in termini di pre-produzione e produzione per farla uscire in un tempo ragionevole. Uno show del genere prende davvero molto tempo… quindi direi che parte della risposta è sì, stiamo formulando una seconda stagione e stiamo tenendo in considerazione di mandarla avanti”. E voi avete già visto Il problema dei tre corpi? (qui la nostra recensione della prima stagione).

Facebook
Twitter