Harvey Weinstein, oltre 80 accuse di molestie e stupri alla procura di Los Angeles

È la prima volta che viene acquisito, da parte della procura di Los Angeles, del materiale che potrebbe portare all’incriminazione di Harvey Weinstein. 

È inevitabile che, a distanza di mesi dalle prime accuse, si continui a parlare di lui. Harvey Weinstein è sempre più in difficoltà; le accuse si stanno trasformando ancora più concretamente in qualcosa di rilevante a livello legale e giudiziario. La polizia di Beverly Hills avrebbe consegnato alla procura di Los Angeles due dossier per reati sessuali. Oltre 80 donne, fra cui molte attrici famose, hanno accusato il produttore di stupri e molestie nel corso degli ultimi decenni. Harvey Weinstein non era mai stato così vicino ad una incriminazione diretta, visto il nuovo rilevante materiale acquisito.

Harvey Weinstein.
Harvey Weinstein.

Intanto, continuano a non fermarsi le pesanti dichiarazioni di varie attrici famose. Qualche settimana fa era intervenuta Salma Hayek, che lo aveva definito “un mostro”, in riferimento ad alcuni fatti avvenuti sul set del film su Frida Kahlo, pellicola del 2002.

Ancora più recentemente, ha rilasciato delle dure parole su Weinstein anche Kate Winslet: “Era terribile avere a che fare con lui. Io ero una di quelle che lui chiamava ‘difficili’, perché non facevo nulla di quello che voleva lui, lavorativamente parlando. Faceva richieste ridicole. E non gli piacevo perché non mi facevo mettere i piedi in testa”. La star di Titanic ha poi continuato, sostenendo che non fu solo Peter Jackson a darle la parte, nel ’94, in Creature del cielo: “Ogni volta che lo vedevo mi diceva ‘Non dimenticarti chi ti ha dato il tuo primo film!’. Lui non mi ha dato nessun film. Ho fatto provini per quattro mesi, Peter Jackson mi ha dato la parte, non lui. Non si deve permettere di dire anche solo per un attimo che una parte della mia carriera è stata merito suo.”

Harvey Weinstein
Peter Jackson con l’ex presidente della Weinstein Company

Lo stesso Peter Jackson, invece, sostiene che il gigante della Miramax abbia anche condizionato le sue scelte sul cast de Il Signore degli Anelli. A detta sua, Weinstein gli fece scartare Mira Sorvino e Ashley Judd. Anche Meryl Streep, inoltre, ha ultimamente accusato il produttore. E di dichiarazioni, accuse e indagini ce ne sono tante, da uomini e donne, negli Stati Uniti e in Inghilterra. La cerimonia dei Golden Globes, che rappresenterà il massimo del cinema americano e inglese fra qualche giorno, si prepara a una forte presa di posizione; da parte sia di donne che di uomini.

Facebook
Twitter