Zack Snyder: “Ecco perché non posso girare La fonte meravigliosa”

The Fountainheadtradotto in Italia come La fonte meravigliosa, per noi amanti del cinema è un film del 1949, diretto da King Vidor, trasposizione cinematografica dell’omonimo romanzo di Ayn Rand. Ebbene Zack Snyder da tempo vorrebbe girarne un remake che attualmente però sta passando in secondo piano.

Il regista afferma:

“Non so come si potrà realizzare quel film, almeno non attualmenteAbbiamo bisogno di una nazione meno divisa e di un governo un po’ più liberale per girare quel film, in modo che le persone non reagiscano in un certo modo“.

Snyder ha infatti sottolineato come il vero problema, a suo modo di vedere, sarebbe l’attuale situazione politica, affermando inoltre:

Ma vedremo cosa accadrà. Non ho fretta“.

Il film di King Vidor, del quale riproponiamo la scena regina del film, vede Gary Cooper nel ruolo di assoluto protagonista e Howard Roark in quello di Dominique Francon, Raymond Massey nel ruolo di Gail Wynand, Robert Douglas nel ruolo di Ellsworth Toohey e Kent Smith nel ruolo di Peter Keating. La figura dell’architetto Howard Roark è liberamente ispirata a quella dell’architetto Frank Lloyd Wright.

Ecco la trama di La fonte meravigliosa:

Ispirata a Frank Lloyd Wright, il genio americano dell’architettura, autore di capolavori come il museo Guggenheim, è la storia di Howard Roark, giovane architetto di talento, deciso a rinunciare a fama e carriera e a lottare contro i pregiudizi e le convenzioni, pur di affermare il proprio genio. Nella sua battaglia contro lo status quo e per il diritto all’arte vera, libera e creatrice, Howard si imbatte in ogni variante di corruzione umana, inclusi un rivale senza scrupoli e privo di morale, Peter Keatin e un potente editore, Ellsworth Toohey. È anche la storia di un amore contrastato, struggente e impossibile che si intreccerà indissolubilmente con la vita e la carriera di Howard.

E voi, siete delusi da questa decisione di Zack Snyder?

Seguiteci su Ciakclub.

Facebook
Twitter