Venezia 77: Favino critica la presenza in sala di Matteo Salvini

La settantasettesima edizione della Mostra internazionale del cinema di Venezia sta entrando sempre più nel vivo e, nella giornata di ieri, sono iniziate le proiezioni di Padrenostro, film diretto da Claudio Noce che vede come protagonista Pierfrancesco Favino.
Padrenostro è un film autobiografico e racconta la reazione di un bambino, il regista stesso, all’attentato ai danni del padre (Alfonso Noce) compiuto da un gruppo di terroristi del Nucleo Armato Proletario.

Data la sinossi del film, basata su uno dei molti tristi eventi accaduti negli anni di piombo in Italia, la presenza in sala grande di Matteo Salvini e della sua compagna Francesca Verdini ha raccolto diverse attenzioni da parte della stampa.
Sulla questione è intervenuto anche Pierfrancesco Favino, protagonista del film di Claudio Noce, che si è detto preoccupato circa la manipolabilità del film in ottica politica da parte di Matteo Salvini.

“Non l’abbiamo invitato, credo che ciascuno sia libero di andare alle proiezioni. Conoscendo la sua capacità di saperci essere in un momento importante, mi fa piacere. Ma se devo ragionare in termini di manipolazione, non credo che questo sia un film che dia questa possibilità, non è manipolabile. Spero che non sia un viaggio a vuoto. Vedendo il film si capisce che non è pro poliziotti, così come non è pro Nap, ma è una storia di bambini e di figli. Io non l’ho invitato, ma nessuno di noi ha il diritto di impedire di essere spettatore di un film.”

Matteo Salvini ha risposto a Pierfrancesco Favino che la scelta del film è stata casuale e che sarebbe stata decisa dalla sua compagna Francesca Verdini.
“Questo film è una lettera a mio padre, per dirgli perché ho paura ancora oggi.”
Questo quanto affermato all’ANSA dal regista di Padrenostro Claudio Noce, che nel suo film ha cercato di descrivere il pesante clima di una famiglia che si deve trovare a convivere con la paura continua di un nuovo attacco terroristico.

Questa e altre notizie su CiakClub.it

Facebook
Twitter