Tom Hanks parla della genesi di un cult, poi ammette: “Ho odiato alcuni dei miei film”

Che cosa rende un film un cult del cinema? A rispondere a questa domanda ci ha provato Tom Hanks che, a margine della presentazione del suo romanzo, ha parlato della sua carriera e non solo, ammettendo di avere persino odiato alcuni dei film a cui ha partecipato.
Tom Hanks sulla genesi di un cult "La differenza la fa il tempo"

Una carriera di saliscendi quella di Tom Hanks che però, sin dagli esordi negli anni ‘80, è certamente tra gli attori più famosi e conosciuti della sua generazione. Un attore poliedrico in grado di passare da ruoli comici ad altri estremamente drammatici che unisce molti fan, anche se alcune sue recenti scelte cinematografiche non sono state del tutto fortunate. Opinioni forse condivise dallo stesso attore che in una recente intervista ha parlato del rapporto con i suoi film e di come in generale lo spettatore possa recepirli.

In occasione dell’uscita del suo nuovo romanzo, Hanks ha parlato approfonditamente per The New Yorker, rispondendo così riguardo l’odio verso alcuni suoi film: “Ok, ammettiamolo. Abbiamo visto tutti film che odiamo. Ho recitato in alcuni film che odio. Avete visto alcuni dei miei film e li odiate. – continua poi illustrando la teoria del Rubicone – Questi sono i cinque punti del Rubicone che chiunque faccia film deve attraversare.

Il primo è che devi dire di sì al film. Il secondo è quando guardi il film che hai fatto e, o funziona o non funziona. Il terzo è la reazione critica ad esso. Alcuni diranno ‘L’ho odiato’ altri ‘È geniale’. Nel mezzo c’è quel che il film in realtà è. Il quarto Rubicone è la performance commerciale mentre il quinto è il tempo. Un esempio di questo è La vita è meravigliosa, chiuso dai diritti per vent’anni, nel mio caso è stato Music Graffiti”.

Quella illustrata da Tom Hanks è una realtà di molti film che sono passati dal dimenticatoio al diventare dei cult o viceversa, anche se ovviamente subentrano molti altri fattori nella formazione di questi film. Riguardo i film odiati dall’attore sarebbe interessante scoprire alcuni titoli ma intanto potete leggere qui quali sono invece i suoi tre preferiti nei quali ha recitato.

Facebook
Twitter