Tarantino su Joker: “La scena del talk show ti porta a pensare come un fottuto pazzo”

Joker è stato uno dei film rivelazione del 2019, tanto da essere ricordato anche a distanza di tempo. Recentemente infatti un elogio all’opera di Todd Phillips è arrivato direttamente da Quentin Tarantino. Il regista più pulp di tutti si è infatti soffermato in particolare sulla scena del talk show, il climax del film, definendola una tale sovversione da portare lo spettatore a pensare come se fosse un pazzo.

Non si è davvero risparmiato Quentin Tarantino sull’elogio a Joker, in particolare alla suddetta scena, nel podcast che ha tenuto con Edgar Wright per Empire Magazine. Nelle tre ore di discussione il regista originario del Tennessee ripercorre le sue esperienze cinematografiche più memorabili. Tra queste appunto c’è il film con Joaquin Phoenix.

Tarantino ha definito la storia drammatica del film “una piccola nota”, ma ad impressionarlo davvero è stata la scena del talk show. Qui un Arthur Fleck con le sue nuove vesti del Joker è invitato nel talk show di Murray/De Niro, con la scena che si conclude con (SPOILER) Fleck che uccide a sangue freddo il conduttore. Sovversione al massimo livello, risposta del pubblico, causa ed effetto sullo schermo, la sensazione che l’atmosfera in sala cambi. Però la scena del talk show in Joker racchiude tutte queste cose a un livello profondo, un livello che passa sopra le teste della maggior parte degli spettatori per dirti la verità.”

Joker punta la pistola alla testa di Murray alla fine del talk show

E poi aggiunge, ovviamente con i suoi modi, che quella scena va obbligatoriamente vista al cinema“Non è suspense, è oltre la suspense. Gli spettatori sono affascinati. Tutti sono immersi nella visione di ciò che accade. Se hai visto questo film su un aereo, se guardi questo film in streaming, se guardi questo film in DVD, non hai visto il film. Ti stai masturbando invece di fare sesso fantastico. Ti stai masturbando invece di una cosa a tre”.

“Non è solo ricco di suspense, non è solo avvincente ed eccitante. Il regista stravolge il pubblico perché il Joker è un fottuto pazzo. Il personaggio di Robert De Niro non è un cattivo del film. Sembra uno stronzo, ma non è più stronzo di David Letterman. È solo un comico stronzo, un tipo da talk show. Non è un villain, non merita di morire. Ma quando il pubblico guarda il film vuole che il Joker lo uccida, Vogliono che tiri fuori la pistola e gli faccia saltare le cervella. E se Joker non lo uccidesse? Deluderebbe tutti. Questa è sovversione al massimo livello! Portano il pubblico a pensare come un fottuto pazzo e a volere qualcosa che normalmente non vorrebbero. E mentiranno su questo, diranno ‘No, non volevo che accadesse! E sono dei fottuti bugiardi, perché lo volevano”.

Per news e altri approfondimenti dal mondo del cinema e delle serie tv, continuate a seguirci su CiakClub.it!

Facebook
Twitter