Glee: morto suicida Mark Salling (Puck), attore accusato di pedopornografia

L’attore Mark Salling, famoso per il ruolo di Puck nella serie Glee, si è tolto la vita all’età di 35 anni. Era stato accusato di pedopornografia.

È stato trovato morto, all’età di 35 anni, l’attore statunitense Mark Salling, noto principalmente per aver interpretato il ruolo di Noah Puckerman (Puck) nella serie televisiva Glee, prodotta e trasmessa per sei stagioni dal 2009 al 2015 da Fox.

Secondo quanto riporta il sito TMZ, sembra che Salling si sia suicidato impiccandosi e il suo corpo è stato ritovato dei pressi della propria casa a Sunland, nel nord di Los Angeles, in California.
Michael J. Proctor, l’ avvocato di Mark, ha dichiarato: «È morto nella mattinata di oggi. Mark era una persona gentile e amorevole, dalla creatività grandiosa che stava impegnandosi al meglio per espiare alcuni seri errori compiuti in passato».

 Mark Salling - Glee

Eppure le dichiarazioni dell’avvocato contrastano fortemente con le accuse che erano state mosse a Mark Salling nei mesi scorsi. La notizia della morte dell’attore giunge infatti poco più di un mese dopo che Salling si è dichiarato colpevole di un reato federale, cioè possesso di materiale pedopornografico.


Nel dicembre 2015 l’attore era stato infatti arrestato perché in possesso di materiale pedopornografico (nel suo computer personale erano state ritrovate cinquantamila fotografie di minorenni). Ad ottobre il nome di Mark Salling era stato inserito all’interno dei registri di chi ha compiuto dei reati di tipo sessuale e l’attore era tenuto a sottoporsi a un programma di riabilitazione ed era obbligato a non avere alcun contatto con chiunque avesse un’età inferiore ai 18 anni e mantenersi a distanza dai luoghi frequentati da minori.

Il prossimo 7 marzo inoltre sarebbe arrivata la sentenza del tribunale e l’attore avrebbe rischiato tra i quattro e i sette anni di reclusione.
La morte di Mark Salling va ad aggiungersi a quella di Cory Monteith, anche lui attore della serie Glee, morto nel 2013 per overdose.

Questa e altre notizie nella sezione News di CiakClub.it

Facebook
Twitter