Stephen King: “Shining? Preferisco la serie al film di Kubrick”

Sono molto numerosi i romanzi di Stephen King che hanno dato vita a film e serie tv. Alcuni di questi hanno riscosso un grande successo, altri meno. Tuttavia il celebre autore ha sempre espresso pareri particolari su questi adattamenti cinematografici: spesso le sue dichiarazioni sono risultate fuori dal coro. E’ capitato che esaltasse film rivelatisi poi dei flop una volta arrivati nelle sale oppure, al contrario, che criticasse prodotti di successo.

In occasione dell’uscita di The Standla serie tv tratta da L’ombra dello Scorpione, Stephen King ha commentato con il NY Times le varie serie tv ispirate ai suoi romanzi. Le risposte non sono state così scontate.

Lo scrittore ha per esempio dichiarato di preferire la serie tv tratta da Shining rispetto al celebre film di Stanley Kubrick. Che King non fosse soddisfatto del film era cosa nota: nonostante la memorabile performance di Jack Nicholson, l’autore ritiene che l’arco narrativo di Jack Torrence risulti piatto. Al contrario, nella serie tv il Torrence di Steven Weber riesce a raccontare meglio l’amore che il protagonista prova per la famiglia e come, progressivamente, l’hotel offuschi la sua mente. Inoltre la Wendy interpretata da Rebecca De Mornay è più fedele al personaggio del libro.

Jack Torrence e il figlio Danny in ShiningStephen King ha inoltre commentato la miniserie di IT del 1990:Ho molto amato la serie, e penso che Tim Curry sia stato un grande Pennywise. Ha spaventato a morte molti bambini in quegli anni.” Ha invece apprezzato molto meno The Tommyknockers – Le creature del buio, del 1993: in questo caso King sostiene che lo stesso romanzo sia “pessimo”, e la serie sarebbe dovuta essere più lunga per risultare efficace.

Positivo anche il parere sulla versione del 1994 di The Stand (L’ombra dello scorpione). Sul remake non si esprime, avendo per ora visto solo qualche montaggio non finito, ma apprezza la diversità etnica della serie. Ma la serie preferita di Stephen King è La tempesta del secolo: Ho amato Colm Feore nei panni di Linoge e la storia in sé. L’hanno filmata nel Maine, nella città di Southwest Harbor, durante l’inverno mentre nevicava. Per questo la serie restituisce bene l’impressione di una straordinaria bufera di neve con le persone intrappolate. Hanno fatto un lavoro straordinario”.

Questo e molto altro su CiakClub.it

Facebook
Twitter