Stan Lee possibile vittima di abusi secondo la polizia di Los Angeles

Per Stan Lee non c’è mai pace. Secondo la polizia di Los Angeles, il papà della Marvel potrebbe essere vittima di abusi. Kenya Morgan, un collezionista di memorabilia e manager del fumettista, non potrà più avvicinarsi a lui e cercare di contattarlo. A stabilirlo è il giudice e la polizia avrebbe dimostrato i fatti.

A chiedere la sentenza è stato Tom Lallas, avvocato che ha lavorato per Lee fino a febbraio. Secondo lui, si tratterebbe di abusi psicologici e fisici che lo avrebbero allontanato dalla famiglia e messo in una condizione di isolamento: “Gli ha negato i contatti con i membri della famiglia e con altre persone che ha conosciuto e di cui si è fidato nel corso degli anni. Il Signor Morgan ha allontanato Lee dalla casa di famiglia e lo ha portato in un ambiente sconosciuto senza avvisare i suoi parenti“.

Stan Lee

Il detective che ha parlato con Stan Lee ha poi riportato alcuni fatti: “Morgan è stato allontanato dalla stanza mentre ho parlato con Lee. Ha ammesso che Morgan lo ha aiutato ma parlando di lui ha dimenticato il suo nome. L’uomo ha un’influenza negativa su Lee”.

La notizia si pone in continuità con quanto accaduto ultimamente: secondo Morgan, il fumettista avrebbe intentato una causa da addirittura un miliardo di dollari a Pow! Entertainment per truffa. L’accusa verso i soci in affari è di aver agito in maniera amorale approfittandosi della sua vista in costante peggioramento per raggirarlo. Il capo della Marvel soffre di un problema alla vista, un disturbo maculare. Si tratterebbe, dunque, di frode: gli ex soci avrebbero approfittato della situazione – scarsa visibilità da parte di Lee – per fargli firmare un documento che cede il diritto esclusivo sull’uso del suo nome alla Camsing International Holding, società di Hong Kong a cui l’anno scorso è stata venduta la Pow! Entertainment.

Non è dello stesso avviso Tom Lallas, secondo il quale Morgan avrebbe mentito alla polizia. La polizia sembra dare ragione a Lallas.

Leggi anche Stan Lee aggredito da due uomini a Los Angeles.

Facebook
Twitter