Rotten Apples: il sito che segnala presunti molestatori nel cinema e in TV

Rotten Apples è un sito a metà strada tra la parodia e l’utilità, che individua le “mele marce” e le “mele fresche” tra i prodotti audio-visivi. 

Rotten Apples è una sorta di database capace di individuare se in un film o qualsiasi altro prodotto multimediale abbia collaborato (in veste di attore, produttore, regista etc.) una persona accusata o condannata per molestie sessuali. Questa è la descrizione in mostra nel sito: “See if the film or TV show you’re interested in has connections to someone with allegations of sexual misconduct”.

Considerando i numerosi scandali legati al mondo di Hollywood, Rotten Apples si assume il compito di individuare e distinguere i prodotti che sono stati “contaminati” dal lavoro di professionisti invischiati in denunce o simili, da quelli “puliti”. L’assurdità di questa pratica da vigilante rientra tanto nel campo dell’utilità quanto in quello della parodia o della satira. Sembra difficile credere che realmente tanta gente consulti questo sito per guidare le proprie scelte in termini di consumo di film. Di sicuro esiste qualche spettatore che si pone problemi etici prima della visione di un prodotto audio-visivo, in questo caso Rotten apples risulta un’efficiente fonte per documentarsi. Una volta digitato il titolo dell’opera sulla barra di ricerca, il sito indica all’utente se il prodotto contiene “rotten apples” o “fresh apples” (mele marce o mele fresche); sulla scia dei servizi di Rotten Tomatoes. Qui sotto potete vedere la Home del sito:

Sito Rotten Apples

Personalmente ritengo che prima ancora da questo aspetto informativo, il successo del sito dipenda dalla sua carica sarcastica: è esilarante osservare migliaia di film macchiati di rosso solamente a causa di un piccolo co-produttore o una comparsa insignificante coinvolti in una denuncia (previa condanna). La curiosità, a questo punto, porta a cercare quali tra i nostri film preferiti sia ritenuto inaspettatamente una “mela marcia”.

Qualunque sia il suo spirito fondativo, Rotten Apples si inserisce a pieno diritto nella questione sulla separazione tra vita privata e lavoro artistico. Voi che ne pensate?

Per altre notizie seguite CiakClub.

 

 

 

Facebook
Twitter