Si è spento Pierre Rissient: “uomo di cinema” che scoprì Tarantino

 All’età di 81 anni si spegne Pierre Rissient  noto come “uomo di cinema”. Da assistente di Godard a impareggiabile talent scout.

La notizia della sua dipartita è comparsa su Twitter, tramite l’account de l’Institut Lumiére. A darne il triste annuncio è Bertrand Tavernier, regista e sceneggiatore, nonché intimo amico di Pierre Rissient. 

Pierre Rissient  è morto ieri sera. Sua moglie Yung Hee mi ha chiesto di farvelo sapere e, pensando a lei, è con infinita tristezza che scrivo questo messaggio. Pierre era un grande essere umano e un assoluto cinefilo. Ci mancherà “

Produttore francese, pubblicista e influente selezionatore di festival.

Il suo nome è associato principalmente al ruolo di assistente del grande regista Jean-Luc Godard sul set di Breathless, ma il ruolo che Pierre Rissient giocò nel cinema degli ultimi decenni fu molto più grande, tanto che Todd McCarthy, critico cinematografico di Variety, lo elesse Man of Cinema” facendone il focus del suo documentario.

Pierre Rissient
Breathless

Alla fine degli anni ’90 divenne talent scout per la CiBy 2000, nota casa di produzione cinematografica francese, fondata nel 1990 da Francis Bouygues e il suo apporto critico, nonché il suo sostegno furono fondamentali per molti nomi di spicco del panorama attuale. A lui, infatti, si attribuisce la scoperta artistica di personaggi del calibro di Jerry Schatzberg, Francis Ford Coppola, Quentin Tarantino, Jane Campion, Abbas Kiarostami, Re Hu e Filipino Lino Brocka. 

 

Clint Eastwood riconosce a Pierre Rissient il merito di aver riscritto la sua carriera, da attore simbolo del genere Western a regista accreditato.

Il 14 Maggio era atteso al Festival di Cannes per presiedere alla proiezione della versione restaurata di Cinq et la peau, uscito nel 1981.

Gilles Jacob, ex direttore del Festival di Cannes gli rende omaggio su Twitter:

Pierre RISSIENT è stato un super-scopritore di registi con talento e curiosità inestimabili. Quando aiutò qualcuno (Jane Campion), lo prese sotto la sua ala e lo aiutò a mostrare le sue capacità artistiche. Ha amato e sostenuto il Festival di Cannes, ne do qui testimonianza con emozione e tristezza”.

 

Pierre Rissient

Facebook
Twitter