Shia LaBeouf è irriconoscibile sul set di Honey Boy nei panni di suo padre

Honey Boy racconta l’adolescenza di Shia LaBeouf, baby star del Disney Channel, divisa tra il set di Even Stevens e il complicato rapporto con il genitore che all’epoca si stava disintossicando dalla dipendenza da eroina. Nel 2000 Jeffrey LaBeouf, veterano del Vietnam ed ex clown, fu accusato di molestie sessuali da un’attrice sul set della serie Disney in cui recitava il figlio e a quanto pare l’uomo avrebbe attaccato anche un executive Disney gay.

Il titolo del film deriva dal soprannome che Jeffrey aveva dato al figlio all’epoca. L’attore ha firmato la sceneggiatura usando lo pseudonimo Otis Lort. La regia è stata affidata a Alma Har’el ed il ruolo del giovane Shia è stato assegnato a Lucas Hedges, il giovane attore candidato all’Oscar per la sua grande prova in Manchester By The Sea, mentre Shia LaBeouf invece avrà il ruolo di suo padre Jeffrey. 

Potete godervi una prima foto ufficiale dal set, in cui Shia si mostra in maniera irriconoscibile, sulla via della calvizia con occhiali da vista rotondi e sigaretta in bocca.

Shia LaBeouf

Si tratta di un titolo davvero interessante anche per il coraggio con cui la star ha deciso di affrontare il suo turbolento percorso di crescita in un contesto familiare tutt’altro che semplice e che ha indubbiamente inciso sulla sua complessa personalità. L’attore è infatti noto anche per i suoi modi spesso sopra le righe che gli hanno procurato anche diversi arresti (l’ultimo dei quali, per comportamento molesto, risale all’8 luglio 2017) e perfino l’esclusione dal cast di Suicide Squad perché giudicato “troppo pazzo” dai produttori di Warner Bros.

A produrre il film è Brian Kavanaugh-Jones di Automatik Entertainment insieme a Christopher Leggett di Delirio Movies e a Daniela Taplin Lundberg di Stay Gold Features.

La data di rilascio di Honey Boy non è stata ancora svelata ma seguiremo futuri aggiornamenti.

Questa ed altre notizie su Ciakclub

Facebook
Twitter