Robert Downey Jr.: “Per fortuna Hollywood è un mondo che perdona molto”

Si sa la comunicazione e le notizie oggigiorno volano alla velocità della luce. Non è la prima volta infatti che assistiamo a fenomeni di ostracismo – e anche con buone ragioni – nel mondo dei media, di cui gli ultimi casi più noti sono Armie Hammer e Marilyn Manson. A tal proposito è intervenuta la star di Iron Man, Robert Downey Jr. che si è detto molto fortunato ad aver avuto problemi in un’epoca pre-internet.

Robert Downey Jr., al The Late Show With Stephen Colbert, ha parlato di quando gli è stata data una seconda possibilità per la propria carriera da parte di Hollywood. Dopo Charlot infatti l’attore ha dichiarato di “essersi perso un po’”. In più occasioni è stato arrestato per motivi connessi con la droga. Ma si dice molto contento di aver avuto problemi in un epoca pre-social media, perché invece Hollywood è un’industria che perdona molto”.

E poi l’attore ha continuato: “Sono stato fortunato perché ero nell’epoca pre-internet quando mi sono comportato in modo negativo, ma penso di aver sempre avuto un po’ di psicologia morale e ho sempre voluto fare la cosa giusta. Non conta molto, ma poi ho affrontato con coraggio la situazione“.

Robert Downey Jr. ha poi paragonato questo percorso di caduta e poi di risollevamento della carriera di molti attori al percorso compiuto dall’eroe nel film. “È una cosa davvero americana costruire la propria carriera, andare a pezzi e poi tornare. Si tratta, a suo modo, del percorso compiuto dagli eroi“.

Insomma chissà se fan e media avrebbero perdonato, ora come ora, i suoi torbidi trascorsi. Quel che è sicuro è che Robert Downey Jr. si è in parte rendendo con l’amatissimo ruolo di Tony Stark.

L’attore ha poi concluso il suo intervento nello show presentando la sua iniziativa a favore dell’ambiente Footprint Coalition.

Per news e altri approfondimenti dal mondo del cinema e delle serie tv, continuate a seguirci su CiakClub.it!

Facebook
Twitter