Ritorno al Futuro: Christopher Lloyd tornerebbe in un quarto capitolo

L’iconica trilogia basata sui viaggi nel tempo è finita nel 1990, ma, si sa, questo è tempo di remake. Quindi, così come accaduto con altri classici degli anni ’80 come Indiana Jones e Blade Runner, è possibile che il franchise di Ritorno al Futuro possa essere preso in mano nuovamente per un ulteriore capitolo?

Ormai tre anni fa, nel 2015, il regista della serie Robert Zemeckis si espresse così in un’intervista al Telegraph su un eventuale quarto capitolo della saga:

<< È una cosa che non potrà mai accadere finché io e Bob non saremo morti. Poi sono sicuro che ci proverebbero, a meno che non ci sia un modo per impedirlo da parte della nostra proprietà fondiaria […] Voglio dire, per me è una roba oltraggiosa. Specialmente perché è un ottimo film. È come dire “Rifacciamo Quarto Potere. Chi ingaggiamo per la parte di Kane?”. Che follia sarebbe mai questa? Perché qualcuno dovrebbe farlo? >>

Stando al contratto firmato dal regista e da Bob Gale con la Amblin e la Universal nel 1984, i due hanno il totale controllo sui film fino alla loro morte.

Ritorno al Futuro

Lo storico interprete di “Doc” Emmett L. Brown, Christopher Lloyd, ha però sempre manifestato una certa propensione a tornare nei panni dell’iconico personaggio per progetti e sketch vari ed eventuali ispirati proprio al mondo di Back to The Future. Di recente, nel corso di una chiacchierata fatta con un quotidiano di Phoenix, ha anche ribadito che, alle giuste condizioni, parteciperebbe ben volentieri anche a un quarto episodio della saga:

<< Sarei felice. Mi piacerebbe prendere parte a un quarto Ritorno al Futuro se si riuscisse a trovare un’idea giusta per il film capace di sviluppare bene la storia così come fatto dai primi tre capitoli. Ma, chiaramente, è importante che tanto Bob Zemeckis quanto Bob Gale siano a bordo del progetto e disposti a farlo. Penso davvero che la questione fondamentale sia trovare una storia sensata su cui lavorare. La sfida è disporre di un materiale originale e valido come quello della trilogia. Non so nulla in merito a quello che vogliono fare e se ci abbiano pensato […] Tutto è sempre possibile (al cinema, ndr.). Tutto sta a realizzare uno script che funzioni davvero perché di sicuro non avrebbero mai e poi mai intenzione di fare qualcosa che potrebbe deludere il pubblico. A volte coi sequel capita, ma per Ritorno al Futuro so che non è quello che vogliono. Ma non so se abbiano qualche genere di piano in tal senso… >>

Difficile, forse difficilissimo ma alcuni fan continuano a sperarci.

Questa ed altre notizie su Ciakclub

Facebook
Twitter