Peppermint – L’angelo della vendetta, trama del revenge movie

Questa sera, 30 ottobre, Italia 1 ripropone Peppermint – L’angelo della vendetta, pellicola del 2018. Qui accompagniamo una Jennifer Garner assetata di vendetta e di giustizia farsi strada in un sistema corrotto, che la corromperà a sua volta, in una spirale di morte e violenza.
Jennifer Garner in una scena di Peppermint - L'angelo della vendetta

Pierre Morel dirige Jennifer Garner nell’inedito ruolo, per l’attrice, di eroina vendicativa. Peppermint – L’angelo della vendetta, è una pellicola del 2018 che vede la protagonista, Riley, farsi, come si suol dire, “giustizia da sola”. Se non resistete ad una buona dose di action e alta tensione, e qui ne troverete in abbondanza, non vi resta che sintonizzarvi su Italia 1 alle 21:20.

Trama e trailer

Peppermint è un film che si incentra, come avrete intuito, sulla figura di un vendicatore, uomo o donna che sia, un giustiziere che sfida in solitaria tutto ciò che di marcio c’è in una società che non lo ha appoggiato quando doveva e avrebbe potuto. E allora questo singolo, abbandonato, a se stesso, capisce che l’unica soluzione per ottenere ciò che è giusto è superare i limiti della legalità, entrando in quel limbo moralmente ambiguo che lo rende un perfetto antieroe. Questa è la parabola della nostra Riley e non si può dire che si tratti di una sinossi innovativa o di qualcosa di mai visto. Sally Field dà vita ad una storia con forti somiglianze, dal carattere forse meno action e più thriller, nel film La prossima vittima. Qui vi lasciamo qualche dettaglio su trama e cast della pellicola del ’96.

La forza di queste storie fa sempre però presa sul suo pubblico, il che ha portato Peppermint ad un incasso di circa 50 milioni di dollari, raddoppiando il budget di partenza. La critca lo apprezzò invece meno e Jennifer Garner si aggiudicò anche una candidatura ai Razzie Awards. Riley North ha poi dalla sua un movente a dir poco incisivo per dar vita alla sua strage. La donna perde il marito e la figlia in uno scontro a fuoco . Lei rimane ferita e sconvolta, consolandosi con il pensiero di poter però riconoscere gli assassini e di assicurargli una pena certa durante il processo.

Ecco però questo in Peppermint – L’angelo della vendetta non accade. Il mandante dei sicari è Diego Garcia, personaggio influente della criminalità locale, il quale garantirà quindi l’assoluzione dei suoi complici per mancanza di prove, attraverso previa corruzione del giudice. Riley decide però di ribellarsi a quella falla di quel sistema dal quale pensava invece di essere protetta e trasforma la rabbia dell’ingiustizia in furia assassina. La donna trascorrerà i successivi 5 anni ad allenarsi e prepararsi per eliminare tutti coloro che hanno contribuito al dolore della sua famiglia. Non si fermerà neache quando avrà l’FBI alle costole, non prima di aver raggiunto Garcia.

Facebook
Twitter