Nella tana dei lupi, spiegazione del finale del film

Nella tana dei lupi, diretto da Christian Gudegast nel 2018 e in onda su Rai 4 alle 21:20, si conclude con un colpo di scena che ha sorpreso molti spettatori. La rivelazione finale, basata sull'osservazione attenta dei dettagli, ha portato a una rivalutazione del film nonostante le critiche tiepide, ottenendo un successo inaspettato al botteghino.
Gerard Butler in una scena del film Nella tana dei lupi

Nella tana dei lupi, film del 2018 diretto da Christian Gudegast in onda stasera su Rai 4 alle 21:20, si conclude con un colpo di scena che ha lasciato a bocca aperta molti spettatori. La chiave per comprendere il finale sta nell’attenta osservazione dei dettagli. Nonostante la tiepida accoglienza della critica, Nella tana dei lupi ha riscosso un inaspettato successo al botteghino. La rivelazione finale sconvolge le aspettative del pubblico e spinge a rivedere il film per cogliere i presagi disseminati lungo la narrazione. Scopriamo insieme tutto ciò che c’è da sapere sul film. 

Di cosa parla Nella tana dei lupi

A Los Angeles, l’ex marine MARSOC, Ray Merrimen, e la sua banda eseguono una rapina violenta a un furgone blindato, lasciando una scia di sangue. Il detective Nick “Big Nick” O’Brien e il suo team iniziano le indagini, puntando i loro sospetti su Merrimen. Durante l’interrogatorio di Donnie Wilson, un barista coinvolto, emergono i piani per un colpo alla Federal Reserve. Nonostante la pressione di Merrimen, Donnie informa Nick del piano, ma nega di sapere dove avverrà. Tuttavia, la relazione di Nick con la fidanzata di Merrimen porta alla scoperta del luogo del colpo: una banca a Pico Rivera.

Nel corso della rapina, la banda prende degli ostaggi e fugge attraverso le fogne, mentre Merrimen ed Enson riescono a infiltrarsi nella Federal Reserve. Con l’aiuto di Donnie, riescono a rubare denaro non tracciabile. Quando la squadra di Nick cattura Donnie, si scatena uno scontro a fuoco in cui Merrimen ed Enson perdono la vita. Nick scopre che è stato Donnie a orchestrare la rapina, sfruttando le informazioni raccolte nel suo lavoro di barista. Donnie riesce a fuggire con il bottino e inizia a pianificare il suo prossimo colpo a Londra. Trovate anche la nostra recensione del film.

Spiegazione del finale de La tana dei lupi

Nella Pico Rivera Savings & Loan, Big Nick si appresta a confrontarsi con la banda di Merrimen durante il colpo, ma si rende subito conto che qualcosa non quadra. La banda minaccia di uccidere gli ostaggi, un comportamento insolito per loro. Nonostante ciò, Big Nick rimane in attesa mentre Merrimen minaccia di far esplodere il caveau della banca finché le sue richieste non vengono soddisfatte. Alla fine, però, la banda riesce a fuggire, lasciando Nick con la consapevolezza di essere stato truffato.

In seguito, la banda di Merrimen porta a termine il colpo alla Federal Reserve, un’operazione per la quale si erano preparati meticolosamente. Dopo la fuga, però, Donnie viene catturato da Big Nick e rivela il luogo del ritrovo. Nel frattempo, Merrimen, Bosco e Levi tentano la fuga, ma finiscono in un ingorgo e vengono coinvolti in uno scontro a fuoco che li porta alla morte.

Nella tana dei lupi si conclude con Big Nick che scopre che tutto il denaro rubato dalla Federal Reserve è stato distrutto. Si rende anche conto che Donnie è riuscito a scappare. Big Nick visita il bar di Ziggy, dove aveva incontrato Donnie all’inizio del film, e riflettendo sulle conversazioni passate, capisce che Donnie era il vero cervello dietro la rapina. Un breve montaggio mostra che Donnie aveva raccolto informazioni per molto tempo e aveva pianificato la rapina insieme a Merrimen. Gli ultimi istanti del film mostrano Donnie che ora lavora a Londra, intento a organizzare un nuovo colpo.

Nel frattempo è stato annunciato un sequel di Nella tana dei lupi, trovate qui maggiori info.

Facebook
Twitter