È morto Michael Gambon, era Albus Silente in Harry Potter

Si è spento all’età di 82 anni in seguito ad un attacco di polmonite Michael Gambon. L’attore britannico, interprete in film di grandi autori come Mann, Burton e Wes Anderson, era noto soprattutto per aver interpretato Albus Silente della saga Harry Potter.
È morto Michael Gambon, era Albus Silente in Harry Potter

È arrivata inaspettata la notizia della scomparsa di Michael Gambon. L’attore noto soprattutto per aver interpretato l’iconico Albus Silente, preside della scuola di stregoneria e magia di Hogwarts, nella saga di Harry Potter, è morto all’età di 82 anni. A diffondere la notizia un comunicato da parte della famiglia che specifica le cause:

Siamo devastati nell’annunciare la morte di sir Michael Gambon. Marito e padre amato, Michael è morto pacificamente in ospedale con al suo fianco la moglie Anne e il figlio Fergus, a seguito di un attacco di polmonite”.

Un personaggio indimenticabile, accostato ovviamente all’inconfondibile barba e cappello di Silente, che mancava dalle scene già da qualche anno. La sua ultima apparizione al cinema risale infatti al 2019 con l’uscita del film candidato all’Oscar, Judy. Nominato cavaliere dalla regina Elisabetta II nel 1980, l’attore è noto per molti altri importanti titoli, tra cinema, televisione e teatro, oltre al personaggio tratto dalla penna di J.K.Rowling. 

Ricordiamo tra i tanti Il cuoco, il ladro, sua moglie e l’amante diretto da Peter Greenaway, The Insider di Michael Mann, Il mistero di Sleepy Hollow di Tim Burton e Il discorso del re nel quale interpretava re Giorgio V. Il suo ingresso nel mondo di Harry Potter risale al terzo film, Il prigioniero di Azkaban, in sostituzione di Richard Harris, per poi proseguire fino alle due parti del settimo e conclusivo capitolo, risultando sempre tra i più amati del fandom.

Un attore che forse non ha mai raccolto le giuste onorificenze per quella che era la sua bravura attoriale, fatta di grande eleganza ed umiltà. E nel giorno della morte di Michael Gambon non possiamo che immaginare tutti gli appassionati della saga fantasy con le bacchette puntate verso il cielo, per diradare le nubi, e ricordare un grande attore.

Facebook
Twitter