Michael B. Jordan: “Più assunzioni di persone di colore a Hollywood”

Michael B. Jordan L’attore protagonista di Black Panther è recentemente intervenuto durante le proteste in corso negli Stati Uniti, chiedendo che Hollywood cambi e si impegni ad assumere persone di colore per più ruoli.

L’attore nel 2013 era noto per aver interpretato nel film Fruitvale Station il ruolo di un afroamericano ucciso dalla polizia

Michael B. Jordan ha dichiarato: “Nel 2020 vi siete impegnati a raggiungere la parità di genere raggiungendo quota 50/50. Dove è il vostro impegno nei confronti dell’assunzione delle persone di colore?“. Michael B. Jordan ha proseguito ribadendo: “Contenuti neri guidati da produttori neri, consulenti neri. State controllando anche la nostra narrazione? Lasciateci portare alla luce la nostra oscurità“.

L’evento che si è svolto a Los Angeles ha visto impegnate nelle strade migliaia di persone arrabbiate che chiedevano di agire attivamente per cercare di fermare il razzismo e la violenza. Dopo la morte di George Floyd avvenuta il 25 maggio a causa delle azioni di un poliziotto la gente è scesa nelle strade per manifestare.

Le proteste si sono svolte in modo pacifico e lungo tutte le strade della città, continuando a sostenere le richieste di riforme in grado di assicurare a ogni cittadino gli stessi diritti e a punire i poliziotti che alimentano il razzismo e l’intolleranza con le loro azioni.

Inoltre l’attore Michael B. Jordan farà parte del film che verrà diretto da Danny Boyle.

Inizialmente pensato per dare vita a un vero e proprio franchise con la star Tom Cruise che ha deciso di abbandonare il progetto per darlo nelle mani di Michael B. Jordan. L’attore si occuperà anche della produzione tramite la sua Outlier Society che vede la collaborazione di Boyle, David Heyman e Jeffrey Clifford. Mentre la precedente versione dello script portava la firma di Tony Gilroy basato sul lavoro di James Watkins.

Per questa e altre notizie seguiteci su Ciakclub.it

Facebook
Twitter