Luca Ward: “Ridley Scott cambiò la celebre frase de Il Gladiatore”

Luca Ward ama essere sopra le righe, dai social alle interviste, e i fan amano questo suo lato molto esuberante.

Di recente ha compiuto sessant’anni e ha rilasciato un’intervista nella quale ha voluto raccontare alcuni interessanti aneddoti, uno in particolare riguardante Ridley Scott e la celebre frase de Il Gladiatore:

Questa frase l’avrò ripetuta miliardi di volte, ma mi fa piacere. Anni fa le signore al bar chiedevano a Ferruccio Amendola la frase de Gli Intoccabili, ‘Sei solo chiacchiere e distintivo’. Gli dissi che arrivare alla gente solo con la voce è grandioso. Mi rispose ‘Succederà anche a te’“.

Luca Ward ha ricordato come la versione originale del film recitasse: “Al mio segnale, scatenate i cani.”

A Ridley Scott è piaciuta così tanto la frase italiana che ha deciso di cambiare la versione originale. Insomma, il doppiaggio ha migliorato l’originale“.

Poi si è soffermato sul fatto che spesso i doppiatori non vengono considerati come attori:

“Una volta ai casting per attori se facevi il doppiatore ti scartavano. Per Elisa di Rivombrosa sono stato l’ultimo a fare il provino perché Mediaset aveva dei forti dubbi su di me. Cinzia Th. Torrini me lo fece fare in tre dialetti diversi per dimostrare che ero un attore vero. Fu un successo spaziale.”

Sul fatto che spesso il doppiaggio venga criticato invece afferma:

“Per ignoranza. Il cinema italiano è diventato grande grazie al doppiaggio. Sergio Leone quando entrava in sala di doppiaggio diceva: adesso cominciamo a fare il film.”

Infine Luca Ward conclude con il suo incontro con Russell Crowe:

“Nel 2005 mi disse: ‘sono a Roma solo due giorni e voglio vederla di notte.’ Gli mostrai la Roma imperiale, aveva gli occhi fuori dalle orbite. Ma sapeva tutto della città, mi raccontava persino la storia di ogni colonna. A me che so’ de Ostia.”

Seguiteci su Ciakclub.

Facebook
Twitter