Johnny Depp licenziato da Animali Fantastici dopo la causa contro Amber Heard

Il lunghissimo processo tra Johnny Depp e l’ex-moglie Amber Heard si sviluppa verso un nuovo, imprevedibile capitolo. L’attore ha comunicato di essere stato licenziato dalla Warner Bros. per il suo ruolo di Grindelwald in Animali Fantastici 3.

Il licenziamento arriva in un particolare momento per il processo Depp-Heard. Infatti Johnny Depp ha appena perso la causa contro il Sun che lo aveva definito pubblicamente come “picchiatore di donne”. E così è lui stesso ad aver comunicato con un post su Instagram il suo licenziamento. Nella lettera si legge quanto segue.

“Alla luce dei recenti avvenimenti, vorrei rilasciare la seguente dichiarazione.

Prima di tutto, vorrei ringraziare tutti per il loro sostegno e la lealtà.

Sono commosso e toccato dai vostri tanti messaggi d’amore e di preoccupazione, particolarmente quelli arrivati negli ultimi giorni.

Secondo, vorrei farvi sapere che mi è stato chiesto dalla Warner Bros. di rinunciare al mio ruolo di Grindelwald in Animali Fantastici e ho rispettato e concordato con questa decisione.

Voglio poter dire questo.

Questa sentenza surreale da parte della corte nel Regno Unito non cambierà la mia lotta per raccontare la verità e posso confermare che intendo fare ricorso.

I miei intenti rimangono saldi e intendo dimostrare che le accuse contro di me sono false. La mia vita e la mia carriera non saranno definiti da questo momento.

Grazie per aver letto. Cordialmente, Johnny Depp.”

Non sappiamo dunque se è stata questa decisione del tribunale ad aver spinto la Warner Bros. a licenziare l’attore, in quanto la casa di produzione non ha ancora rilasciato dichiarazioni ufficiali. Di certo è che Johnny Depp aveva chiesto il rinvio delle processo a causa delle riprese proprio di Animali Fantastici 3. Che Warner Bros. abbia ritenuto troppo incerto avere l’attore alle proprie dipendenze?!

Per news e altri approfondimenti dal mondo del cinema e delle serie tv, continuate a seguirci su CiakClub.it!

Facebook
Twitter