Il problema dei 3 corpi, la spiegazione delle scene del videogioco

Il problema dei 3 corpi è una serie tv targata Netflix che sta riscuotendo un grandissimo successo a livello mondiale. Un prodotto sci-fi che si muove su livelli spazio-temporali diversi, tra cui quello di un videogioco chiamato Tre corpi. Ma qual è la spiegazione delle scene del videogioco?
Una scena de Il problema dei 3 corpi

Il problema dei 3 corpi è una serie televisiva di fantascienza creata da David Benioff, D. B. Weiss e Alexander Woo. Tratto dalla trilogia sci-fi ideata da Liu Cixin, Il problema dei 3 corpi rappresenta una serie originale Netflix di grandissimo successo, la cui prima stagione è stata rilasciata il 21 marzo 2024.

Ci troviamo di fronte a un prodotto di fantascienza di alto livello. Divisa in otto episodi, la prima stagione della serie è stata realizzata tra Cina, New York e Londra e le riprese sono iniziate a partire dal 20 novembre 2022. Ma di cosa parla la nuova serie targata Netflix?

Di cosa parla Il problema dei 3 corpi

La serie è ambientata nella Cina degli anni Sessanta e della Rivoluzione. Ye Wenjie (Rosalind Chao) assiste alla morte di suo padre, celebre astrofisico ucciso per le sue idee rivoluzionarie in campo scientifico. Dopo l’omicidio del padre, Ye Wenjie viene allontanata dal Paese e messa alla guida di un progetto segreto, il cui scopo è quello di mettersi in contatto con forme di vita aliene.

Nel frattempo la serie, di cui i fan si chiedono se e quando ci sarà una seconda stagione, si muove su altri piani spazio-temporali strettamente connessi al programma scientifico messo in atto da Ye Wenjie. Il terzo livello appartiene a un videogioco denominato Tre corpi, dentro al quale i protagonisti vengono introiettati attraverso un simulatore di realtà virtuale.

Le scene del videogioco ne Il problema dei 3 corpi spiegate

La prima a entrare nel videogioco è Jin Cheng (Jess Hong), una brillante fisica teorica appartenente a un gruppo di giovani scienziati chiamati Cinque di Oxford. Jin è mossa da un’insaziabile sete di conoscenza dell’universo e di tutto ciò che gli appartiene, e per questo decide di provare i Tre corpi. Jin scopre però che non si tratta di un semplice videogioco, ma di un simulatore che mostra come il mondo è soggetto a Ere dell’ordine e Ere del caos, e di come sia fondamentale trovare un equilibrio per il benessere dell’umanità.

Il videogioco è stato creato dai San-ti (alieni) con lo scopo di mostrare agli umani il precario equilibrio che affligge la loro civiltà ma, allo stesso tempo, sfidarli a risolverlo. Nonostante il personale reclutato sia altamente qualificato, ci si rende presto conto del fatto che il problema dei 3 corpi sia in realtà impossibile da risolvere e non dipenda dall’impegno messo in campo dal giocatore di turno.

E voi cosa ne pensate della serie tv Il problema dei 3 corpi? Fateci sapere la vostra e recuperate qui la nostra recensione!

Facebook
Twitter