House of Gucci: la famiglia Gucci si schiera contro il film di Ridley Scott

House of Gucci è il nuovo, attesissimo, film di Ridley Scott che ripercorrerà la storia della famiglia fondatrice del celebre marchio di alta moda fino all’omicidio di Maurizio Gucci, commissionato dall’ex moglie Patrizia Reggiani, interpretata nel film da Lady Gaga.
I membri della famiglia Gucci, tuttavia, non hanno preso benissimo l’idea del regista britannico di girare un film su di loro e hanno rilasciato un comunicato stampa in cui si sono schierati apertamente contro House of Gucci.
Nel lungo comunicato, rilasciato da Patrizia Gucci, si legge la delusione della famiglia per il modo con cui è stato scelto di realizzare il film e per non aver avuto alcun contatto con Ridley Scott in fase di stesura della sceneggiatura:

Siamo davvero delusi. Parlo a nome della famiglia. Stanno rubando l’identità di una famiglia per trarre profitto, aumentare i guadagni del sistema hollywoodiano. La nostra famiglia ha un’identità, privacy. Possiamo parlare di tutto, ma c’è un confine da non superare.”

Patricia Gucci, cugina di Maurizio Gucci, ha espresso alcune considerazioni sul casting di Al Pacino nel ruolo del padre Aldo Gucci:

Mio padre era un uomo davvero affascinante, come tutti i Gucci, e molto alto, con gli occhi blu e davvero elegante. Sarà interpretato da Al Pacino, che non è particolarmente alto, e questa foto lo mostra come grasso, basso, con le basette, davvero brutto, ed è una vergogna perché non gli somiglia affatto.”

https://www.facebook.com/patriciagucci/posts/10222865094450298

Patricia Gucci era intervenuta a marzo sui social per dichiararsi totalmente contraria alla scelta di far interpretare il nonno ad Al Pacino:

Era la personificazione dell’eleganza, applaudito dai reali, dai capi di stato e dalle leggendarie star di Hollywood. Nel film è interpretato da Al Pacino, l’attore noto per il suo ruolo in Il Padrino come mafioso e Scarface come spacciatore, stigmatizzando generazioni di italiani e latini. La sceneggiatura è basata su un libro di un autore che non ha mai incontrato mio padre ed è incentrato su Patrizia Reggiani – un assassino condannato – e su mio cugino Maurizio Gucci, che ha messo spietatamente da parte lo zio in un’ostile acquisizione prima di far cadere l’impresa a terra.”

Questa e altre notizie su CiakClub.it

Facebook
Twitter