Ai Golden Globes 2018 molte attrici sfileranno in nero per protesta

L’indiscrezione arriva direttamente dal Morning Breath ed è praticamente confermata. La lista comprende anche numerose attrici nominate ai Golden Globes.

Continuano le proteste dovute all’ondata di scandali causata dalla questione molestie. Oltre alle giornaliere rivelazioni sui comportamenti scorretti di molti personaggi di Hollywood (ultimo in ordine di tempo è Dustin Hoffman) sembra che l’industria del cinema stia cercando di porre un freno al fenomeno attraverso iniziative collettive più o meno concrete.

Proprio ieri, è stata annunciata la creazione di una commissione in grado di vigilare sulle molestie e garantire la parità sui luoghi di lavoro dell’industria. La commissione, presieduta da Anita Hill (che nel 1999 denunciò un giudice), è stata voluta all’unanimità dalle case di produzione, dalle etichette discografiche e dalle emittenti TV, simbolo di un impegno collettivo nel tentativo di porre fine a una serie di comportamenti deplorevoli.

L’iniziativa dei Golden Globes invece, non avrà potere concreto, ma è sicuramente un modo per far arrivare il messaggio a chi di dovere, sperando che questo possa essere l’inizio di un periodo più giusto per Hollywood da entrambe le parti. Perchè se è vero che bisogna prevenire ed evitare qualsiasi tipo di molestia sul lavoro, è anche vero che bisogna tutelare attori e attrici da accuse a volte false e pregiudicanti.

golden globes - premi

Ogni giorno qualcuno viene accusato di molestie ed a volte è difficile sapere se le accuse siano fondate o meno, tuttavia appena la prima accusa viene formulata la carriera dell’accusato può essere rovinata immediatamente. Questo è anche un problema di Hollywood in generale, che tende ad eliminare i propri problemi in maniera sistematica ed a volte troppo frettolosa.

Quindi oltre a degli organi in grado di combattere le molestie, ne sarebbero neccessari anche alcuni in grado di prevenirle, e soprattutto di giudicare la veridicità o meno di tali accuse. Non in modo legale, perchè quello spetta ad un tribunale, ma almeno in un modo che non escluda completamente dall’industria un accusato anche se innocente.

Non ci resta che aspettare e vedere se Hollywood troverà una soluzione al problema, nel frattempo la lista delle attrici che vogliono aderire all’iniziativa continua ad allungarsi, ed è probabile che la protesta inglobi anche gli Oscar 2018.

Per questa e altre news segui la sezione Notizie di CiakClub.it

Facebook
Twitter