Gli occhi di Tammy Faye: come hanno trasformato Jessica Chastain?

Nonostante oggi esista la computer grafica, il trucco è ancora molto presente nel cinema e spesso riesce a regalare una resa nettamente superiore alla CGI. La Tammy Faye di Jessica Chastain è l’esempio lampante delle incredibili trasformazioni del trucco cinematografico.
Jessica Chastain interpreta Tammy Faye

Oggi, 5 gennaio 2024, andrà in onda su Rai3 alle 21:20 il film Gli occhi di Tammy Faye, diretto da Michael Showalter e con protagonisti Andrew Garfield e Jessica Chastain. La pellicola riscontrò molto successo vincendo due Oscar alla cerimonia del 2022. La prima statuetta andò all’attrice per la sua interpretazione, mentre la seconda premiò il lungometraggio per il miglior trucco e acconciature.

In effetti la trasformazione degli attori è incredibile, soprattutto quella della Chastain che interpreta una pomposa Tammy Faye. Il lavoro del reparto trucco è notevole ed è basato prevalentemente su l’applicazione di protesi che vanno ad aumentare con l’avanzare del film, dato che copre un lungo arco temporale. L’attrice ha rivelato l’enorme sforzo fisico che ha comportato l’applicazione del trucco, ma andiamo con ordine.

La realizzazione del trucco prostetico iniziò modellano le varie componenti rispetto alla fisionomia dell’attrice. Una volta ottenuti i vari pezzi, che ricordiamo coprire diverse età del personaggio, questi vennero applicati sul corpo dell’interprete in circa otto ore. Dopodiché l’attrice si trovò completamente immersa in un secondo corpo fatto di lattice, trucco, unghie finte e componenti per ingrossare il volume del corpo. La Chastain precisò più volte come l’insieme del trucco avesse un peso notevole, che andava ad aumentare con l’aggiunta di pezzi per l’invecchiamento.

Inoltre espresse tutta la sua preoccupazione per la sua pelle, convinta di averla in qualche modo rovinata irrimediabilmente. Dopo tutto questo sforzo durante la giornata di riprese seguivano almeno due ore per rimuovere i vari pezzi, facendo attenzione a non danneggiarli. Anche per Andrew Garfield non fu una vera e propria passeggiata, subendo più o meno lo stesso destino della collega. Nonostante questo sforzo, l’attore ha più volte dimostrato un profondo senso di autocritica nei confronti delle sue interpretazioni, affermando addirittura di avere rovinato una delle più iconiche

Un plauso sia a lui che a Jessica Chastain, i quali sono riusciti a regalare due interpretazioni incredibili nonostante l’enorme sforzo fisico che hanno sopportato durante le riprese. Gli occhi di Tammy Faye potrete guardarlo questa sera in televisione, addentrandovi all’interno di una storia vera tra anni ‘70, televisione e truffe religiose. Ricordate di lasciarci un commento con la vostra opinione sul film.

Facebook
Twitter