Notturno, il nuovo documentario di Gianfranco Rosi verrà girato in Medio Oriente

Gianfranco Rosi tornerà con un nuovo progetto, dopo aver vinto l’Orso d’Argento a Berlino nel 2016 con Fuocoammare. Si sa ancora poco, ma il suo nuovo lavoro, Notturno, verrà girato in Medio Oriente, in paesi quali Siria, Libano e Iran. Il regista girerà il suo sesto lungometraggio in luoghi segnati della guerra; ancora non si sa quale sarà il soggetto del racconto. Si sa, però, che si tratterà di un documentario che racconterà la vita notturna degli abitanti di questi paesi. Il film verrà prodotto dallo stesso Rosi, insieme a Donatella Palermo con 21Uno Film e Stemal Entertainment, in collaborazione con Les Film d’IciArte France CinemaRai CinemaIstituto LuceMiBact e Meteore Films.

Notturno
Gianfranco Rosi al Festival di Berlino, 2016

Il nuovo lavoro di Rosi non passerà inosservato. Dopo il successo di Fuocoammare, il regista di è guadagnato la stima e le attenzioni di pubblico e stampa; sia livello nazionale che internazionale. Fuocoammare, oltre al trionfo a Berlino, venne anche candidato ai Premi Oscar per il miglior documentario. Il film raccontava, in maniera diretta e senza retorica, l’isola di Lampedusa e gli sbarchi di migranti che la interessano. Venne anche candidato a quattro David di Donatello.

Notturno
Un’inquadratura tratta da Fuocoammare

Gianfranco Rosi, dunque, si conferma sensibile e attento nei confronti delle vicende che riguardano il mondo orientale, la migrazione, le condizioni di vita di chi è vittima di guerre e povertà. Più in generale, la sua attenzione si rivolge alle categorie svantaggiate. Siamo curiosissimi di vedere come proseguirà il suo processo artistico e sociale; Gianfranco Rosi è senza dubbio una ragione di vanto per il cinema italiano. Gli auguriamo il meglio per il suo prossimo progetto, di cui si sa ancora poco sui tempi di realizzazione.

Questa e altre notizie su Ciakclub.it

Facebook
Twitter