Francis Ford Coppola smentisce le accuse lanciategli da Winona Ryder

Negli ultimi giorni le dichiarazioni rilasciate al Sunday Times da parte di Winona Ryder hanno acceso una querelle mediatica con varie personalità del mondo del cinema fra cui Mel Gibson e Francis Ford Coppola. Questo quanto aveva dichiarato l’attrice su Mel Gibson:

“Ci trovavamo ad una festa molto affollata con uno dei miei migliori amici. Mel Gibson stava fumando un sigaro, stavamo chiacchierando e a un certo punto si avvicina al mio amico, che è gay, e gli dice ‘Aspetta, non mi trasmetterai mica l’AIDS?’. Poi ha detto qualcosa contro gli ebrei, dicendomi ‘Non sarai mica una scappata dai forni?’”

Se le accuse di antisemitismo lanciate a Mel Gibson sono state smentite dal portavoce dell’attore e regista in una dichiarazione nella quale la Ryder viene tacciata di essere una bugiarda e di mentire regolarmente nelle interviste, alle accuse rivolte a Coppola da parte dell’attrice ha risposto in prima persona il regista italo-americano.

Winona Ryder, nell’intervista al Sunday Times, ha dichiarato che sul set di Dracula
Keanu Reeves si sarebbe rifiutato di abusarla verbalmente come richiestogli da Francis Ford Coppola.
In una dichiarazione rilasciata a People il regista ha respinto ogni accusa da parte della Ryder:

Penso che Winona sia un’attrice meravigliosa, ma l’incidente che ha descritto non è andato esattamente in quel modo e non so di cosa parli. Gridare o abusare delle persone non è qualcosa che faccio né come uomo né come regista.
Ricordo chiaramente di aver incaricato Gary Oldman, nel personaggio di Dracula, di sussurrare parole improvvisate a lei e agli altri personaggi per cercare di metterli a disagio. Non ricordo cosa sia stato detto di preciso, ma l’improvvisazione è una pratica comune nel cinema”.

Questa la risposta che Francis Ford Coppola alle scabrose dichiarazioni rilasciate da Winona Ryder, dichiarazioni che faranno sicuramente discutere ancora a lungo.

Questa e molte altre news su CiakClub.it

Facebook
Twitter