Deadpool 2: la colonna sonora sarà la prima ad essere vietata ai minori

La colonna sonora di Deadpool 2 è abbastanza oscena da meritarsi un avviso di contenuti altamente espliciti e non adatti a tutti.

Fin dal suo esordio al cinema nel 2016 Deadpool si è guadagnato la fama di film politicamente scorretto e provocatorio. Tra i titoli Marvel è di certo quello che, più di tutti, punta sul linguaggio scurrile e un umorismo particolarmente disinibito. Non sorprende perciò che la colonna sonora del suo secondo capitolo non sia adatta a qualsiasi tipo di pubblico. Sulla locandina della colonna sonora (diffusa recentemente) è presente il famoso bollino “parental advisory“, ovvero l’avviso che indica ai genitori la presenza di contenuti espliciti non adatti all’ascolto o alla visione di un minore. Ecco alcuni titoli estratti dalle 22 tracce della colonna sonora, che rendono perfettamente l’idea: Holy S *** BallsYou Can’t Stop This Mother F *****; Make the Whole World Our B ****; Pity D ***Courage Mother F *****.

L’autore delle tracce musicali è Tyler Bates che ha reagito in maniera positiva alle restrizioni imposte alla sue composizioni, prendendole come un “distintivo di onore“. Del resto non è di certo un evento comune: nel campo musicale accade spesso che un album venga bollato come non adatto ai minori, ma per una colonna sonora di un lungometraggio è la prima volta in assoluto. Qui sotto potete osservare la locandina:

deadpool 2

 

Deadpool 2 sarà diretto da David Leicht e avrà come protagonista Ryan Reynolds che tornerà a vestire i panni di Wade Wilson/Deadpool. In questo capitolo il “mercenario chiacchierone” sarà impegnato a mettere in piedi un team (la X-Force) per combattere il soldato proveniente dal futuro Cable (interpretato da Josh Brolin).

Vi ricordiamo che il lungometraggio verrà distribuito nelle sale cinematografiche statunitensi a partire dal 18 maggio 2018, mentre arriverà nei cinema italiani il 15 maggio.

 

Per altre notizie seguite CiakClub.it

 

Facebook
Twitter