Comcast contro Disney: offerti 65 miliardi per acquisire Fox

Comcast dichiara guerra alla Disney. Secondo quanto riportato da Variety, la tv via cavo avrebbe messo ufficialmente sul piatto 65 miliardi di dollari per l’acquisto della Fox. Adesso ci si aspetta il rilancio da parte della casa di Topolino, che era arrivata “solo” a 52 miliardi in azioni di offerta. L’offerta di Comcast è più allettante in quanto in contanti, e non in azioni. Da una parte, però, Murdoch preferirebbe vedere la sua azienda in mano alla Disney, in quanto più affine in molte cose, come la convergenza sulle proprietà intellettuali Marvel.

L’offerta di Comcast, però, è più alta del 19%. Ci si aspetta una contro-offerta della Disney. Insomma, la partita è tutta da giocare. Il 10 luglio, era previsto un incontro da parte degli azionisti di Disney e Fox per votare sull’operazione; a questo punto potrebbe venire rinviato.

Comcast

Nei prossimi giorni, il board di Fox si riunirà per parlare delle due offerte. Probabilmente il 20 giugno. Nel caso in cui Fox decidesse di svincolarsi dalla Disney, dovrebbe pagare 1,5 miliardi di dollari; Comcast si è resa disponibile a coprire la cifra. Fino a ieri, i dirigenti Fox sembravano più intenzionati a vendere alla Disney; adesso, le cose potrebbero cambiare.

Comcast è il più grande operatore via cavo al mondo, oltre che il proprietario di maggioranza del gruppo NBC Universal. Inoltre, se acquistasse la Fox andrebbe ad aggiungere il 39% della piattaforma europea di Sky, la piattaforma Star India, National Geographic, i canali via cavo FX e gli studios cinematografici e televisivi di Fox stessa. Sarebbe un salto immenso, una scalata mondiale che renderebbe Comcast un autentico colosso del settore.

Comcast

Comunque vada, sarà un successo per Murdoch: la sua famiglia possiede il 17% delle azioni Fox, quindi manterrebbe i suoi contatti con il mondo di Hollywood vendendo a Disney. Se vendesse a Comcast, invece, uscirebbe dal giro ma incasserebbe veramente tanti soldi. Terrebbe comunque con sé Fox News, il network televisivo Fox e altri asset non inclusi nell’accordo. La decisione finale, ovviamente, spetta agli azionisti.

Questa e altre notizie su CiakClub.it.

Facebook
Twitter