La Cineteca di Bologna lancia un servizio streaming in collaborazione con MyMovies

A partire dal 18 dicembre la Cineteca di Bologna metterà a disposizione un palinsesto mensile di film restaurati sulla piattaforma streaming di MyMovies.
L’utente che sottoscriverà l’abbonamento di 15 euro al mese (12 per gli Amici della cineteca di bologna e per i possessori della Card Cultura del comune di Bologna) potrà accedere a una serie di film selezionati dalla Cineteca di Bologna.
Il progetto prende il nome di Il Cinema Ritrovato Fuori Sala e si comporrà di non meno di 15 film restaurati dalla Cineteca che verranno resi disponibili mensilmente.

Il progetto si propone quindi di far arrivare al pubblico una serie di film, dai capolavori del passato fino ai film meno conosciuti o più dimenticati dalla critica nelle versioni restaurate dalla Cineteca di Bologna.
Il direttore della Cineteca Gian Luca Farinelli, in un comunicato stampa, ha così lanciato l’iniziativa:

“90 anni fa le prime cineteche nel mondo hanno affermato, per prime, il valore del Cinema come Arte da salvare, da sottrarre all’oblio, da conoscere, da condividere.
Sono stati necessari decenni e oggi la sensibilità nei confronti del patrimonio cinematografico è cambiata, il web è oggi una sorta di grande cineteca. Eppure in quell’enorme supermarket della visione mondiale non tutto è disponibile, anzi, la maggior parte della storia del cinema è introvabile. In questo periodo indecifrabile, dove per la prima volta, dal 1895, i cinema sono chiusi, la Cineteca di Bologna, con la collaborazione di MYmovies, ha deciso di portare nelle case di tutti la sua esperienza più preziosa, quella del Cinema Ritrovato, il più grande festival al mondo dedicato alla storia del cinema.

primo-piano-di-gian-luca-farinelli
Gian Luca Farinelli, direttore della Cineteca di Bologna

Ogni mese vi offriremo non meno di 15 film, sempre presentati da critici, registi, testimoni. Saranno titoli consacrati ma misteriosamente introvabili in rete o visibili solo attraverso copie illegali e di ignobile qualità. Ma anche film sconosciuti, dimenticati o mai considerati dalla critica. Film di oggi, ma soprattutto di ieri, dove ieri, inizia alla fine dell’Ottocento. Film italiani, europei, statunitensi, di paesi che non esistono più, come la Germania dell’Est o l’URSS, ma anche asiatici e africani. Ogni film sarà presentato nella migliore versione esistente e tutti i film muti saranno accompagnati da musiche appositamente concepite.”

Qui il programma dei primi film che saranno disponibili a partire dal 18 dicembre. Fra di essi troviamo anche Luci della Città di Charlie Chaplin, i documentari di Vittorio de Seta, Moulin Rouge di John Houston, ma anche film più recenti come l’ultimo documentario della compianta regista francese Agnès Varda, Visages Villages.

Questa e altre notizie su CiakClub.it

Facebook
Twitter