Charlie Sheen: “Sono stato disperatamente puerile”

La causa del licenziamento di Charlie Sheen dal programma televisivo Two and a half man, in Italia Due uomini e mezzo, è un argomento che di tanto in tanto torna al centro dell’attenzione.

Questa volta a tornare sulla questione è stato proprio Charlie Sheen che, ai microfoni di Yahoo! Entertainment ha affermato circa le sfuriate avvenute sul set della celebre sitcom:

“La gente mi dice ‘Ehi, amico, è stato uno spasso vedere quei momenti, farne parte, sostenerli e farla pagare ai potenti.’ Il mio pensiero è ‘Sì, grandioso, sono felice di aver barattato la pensione anticipata per un cazzo di hashtag’.”

Durante il periodo della disintossicazione infatti l’attore scelse di affrontarla a casa propria, dove girò dei video nei quali criticava apertamente molti colleghi, tra cui Chuck Lorre, creatore della serie:

C’erano all’incirca 55 modi per affrontare la cosa, e io scelsi la soluzione numero 56. La mia crescita personale dopo tutto quel casino deve iniziare con il riconoscere il mio ruolo in tutto ciò, ed era un ruolo disperatamente puerile.

Ecco alcune scene della fortunata serie.

https://www.youtube.com/watch?v=r9OxrO1xp_0

Infine Charlie Sheen ha parlato degli hashtag derivanti dai suoi problemi personali:

Se per loro significa davvero qualcosa e ci sono arrivati tramite me, ben venga. Ma ho fede nel fatto che ciò che sarà il terzo atto della mia carriera possa oscurare tutto ciò e portare la gente a celebrarmi per quello che faccio davvero per guadagnarmi da vivere.

Dopo il licenziamento di Charlie Sheen la serie ha proseguito, sostituendo l’attore con Ashton Kutcher.

Charlie Sheen, con circa due milioni di dollari a puntata era l’attore più pagato della televisione, raggiungendo all’incirca quaranta milioni a stagione.

E voi cosa ne pensate di questa vicenda?

Fatecelo sapere nei commenti e, per questa ed altre interessanti news, venite a trovarci sul nostro sito: Ciakclub.

Facebook
Twitter