Cannes 71: ecco tutti i vincitori, da Dogman a Lazzaro Felice

La giuria di Cannes 71, composta da Chang ChenAva DuVernayRobert GuediguianKhadja NinLéa SeydouxKristen StewartDenis VilleneuveAndrey Zvyagintsev e presieduta da Cate Blanchett, ha annunciato ieri tutti i vincitori di questa edizione. Lo scorso anno, la giuria presieduta da Pedro Almodovar che vedeva anche Paolo Sorrentino tra i suoi membri, aveva premiato con la Palma d’Oro lo svedese The Square di Ruben Östlund; per le migliori interpretazioni maschile e femminile rispettivamente Joaquin Phoenix e Diane Kruger; come migliore regista Sofia Coppola con L’Inganno; premio della giuria a Loveless di Zviaguintsev; Gran Prix a 120 Battiti al Minuto. 

Questo Cannes 71 è stato caratterizzato già dal principio da diverse polemiche: prima quelle riguardanti Netflix ed il Festival, poi quelle legate alle nuove norme introdotte sulla croisette e, per finire, tutta la vicenda giudiziaria dell’ultimo film di Terry Gilliam,. Il tutto però non ha inficiato su un’edizione dalla qualità molto elevata, segnata anche dai film Fuori Concorso con l’arrivo dell’ormai leggendario The Man Who Killed Don Quixote, il ritorno della “Persona non gradita” Lars Von Trier e lo spin-off Solo: A Star Wars Story.

Cannes 71

Ecco tutti i vincitori di questo Cannes 71:

Palma d’Oro
Kore-Eda Hirokazu, Shoplifters

Gran Premio della Giuria
Spike Lee, BlacKKKlansman

Premio della Giuria
Nadine Labaki, Capharnaum

Palma d’Oro Speciale
Jean-Luc Godard, The Book of Images

Miglior Attore
Marcello Fonte, Dogman

Miglior Regista
Pawel Pawlikowski, Cold War

Miglior Sceneggiatura
TIE
Alice Rohrwacher, Lazzaro Felice
Nader Saeivar, 3 Faces

Migliore Attrice
Samal Yeslyamova, My Little One

Caméra d’Or
Girl, dir: Lukas Dhont

Palma al Miglior Cortometraggio
All These Creatures, dir: Charles Williams
Special Mention: On The Border, dir: Wei Shujun

Due quindi i premi italiani di questa edizione, ovviamente stiamo parlando del riconoscimento dato ad Alice Rohrwacher con Lazzaro Felice e quello alla miglior interpretazione a Marcello Fonte per il Dogman di Matteo Garrone. Ancora più importante è che queste due opere sono state tra le più acclamate di tutti i dieci giorni di rassegna. Non può che far piacere vedere poi premiato un maestro assoluto come Kore-Eda.

Questa ed altre notizie su Ciakclub

Facebook
Twitter