Bryan Cranston: “Non riavrò mai un ruolo migliore di Walter White”

Iniziò tutto con ruoli più piccoli come La signora in giallo e X-Files. Poi Salvate il soldato Ryan e l’iconico Hal di Malcolm. E alla fine… arriva Walter White, protagonista di Breaking Bad, il ruolo che Bryan Cranston ad oggi afferma essere il ruolo migliore in assoluto della sua carriera. Il ruolo che lo aiutò a darle una svolta.
Bryan Cranston (Walter White) nella serie tv Breaking Bad

Bryan Cranston torna a parlare del suo personaggio più iconico: Walter White, l’antieroe protagonista della serie con cui si è aggiudicato 4 premi Emmy, Breaking Bad. Cranston ha sempre guardato con orgoglio al personaggio creato dallo sceneggiatore Vince Gilligan, tanto da aver fatto ritorno nei panni di Walter per ben tre volte, dopo la fine della serie. La prima, in occasione del film tratto dalla serie di Breaking Bad, El Camino. La seconda nella serie spin-off Better Call Saul, la terza per una pubblicità del Super Bowl. 

E qualora vi fossero ancora dubbi circa l’affetto dell’attore per uno dei suoi ruoli più iconici, Cranston ha affermato di recente che non solo tornerebbe volentieri ancora una volta ad interpretare Walter (ad una condizione), ma che: “Dubito che interpreterò mai meglio un ruolo di come abbia interpretato Walter White. È stato tutto”. La sua dichiarazione è stata condivisa tramite l’account Instagram di notizie e informazioni Pubity. 

Per l’attore, il ruolo di protagonista in Breaking Bad ha segnato decisamente una svolta nella sua carriera, inziata con ruoli minori in prodotti quali La Signora in giallo e X-Files, poi decollata con Salvate il soldato Ryan, la sit-com Malcolm e i notevoli ruoli successivi a Breaking Bad, come Argo e Godzilla, con un ruolo di uno scienziato che, come lo stesso ruolo di scienziato in Breaking Bad, l’attore stava per rifiutare. Le ragioni? 

La scrittura in Breaking Bad era così eccezionale che volevo trovare qualcosa all’altezza, ma ho pensato: ‘Che sciocco. Forse non troverò mai niente del genere. Quindi dovrei cercare un genere completamente diverso ma che abbia comunque personaggi i cui archi narrativi siano sviluppati in modo forte.” Anche in tal caso, però, l’attore ci ripensò. E per fortuna. La prossima apparizione di Bryan Cranston? Probabilmente, dopo la pausa tanto agognata (qui tutti i dettagli).

Facebook
Twitter