Bob Marley, è ufficiale: la Paramount Pictures produrrà il biopic sul musicista

Il progetto di un biopic sul musicista Bob Marley, sul quale si vociferava da tempo è finalmente realtà: a produrlo la Paramount Pictures.

 

La nuova febbre da biopic musicale sembra essersi diffusa ad Hollywood in seguito alla lavorazione sul film biografico di Freddie Mercury e i Queen, magistralmente interpretato da Rami Malek che sta creando tanta aspettativa nei fans di tutto il mondo e, adesso è il turno di Bob Marley.

Di un film biografico incentrato su Bob Marley, il musicista reggae che ha fatto ballare intere generazioni e l’uomo considerato uno dei più grandi artisti del XX secolo, si vociferava ormai da tempo. Finalmente è arrivato il “si” da parte dalla Paramount Pictures che si è immediatamente messa in fase di pre-produzione, dopo aver ufficializzato la notizia e affidato i lavori a Ziggy Marley, il figlio del musicista, impegnato esattamente come il padre nella carriera musicale.

Non si conoscono ancora i nomi dei prescelti alla lavorazione, la Paramount sta attualmente svolgendo i consueti lavori di consultazione per scegliere il regista e gli sceneggiatori e ovviamente il cast di attori che daranno vita al celebre musicista sul grande schermo.

L’ultimo lavoro cinemtografico dedicato a Bob Marley è stato un documentario, firmato da Kevin MacDonald nel 2012.

Bob Marley
Bob Marley e il piccolo Ziggy insieme sul palco

La biografia di Bob Marley

Robert Nesta Marley nasce il 6 Febbraio 1945, nel villaggio di Rodhen Hall, distretto di St.Ann, sulla costa Nord della Giamaica. E’ il frutto della relazione tra Norman Marley, capitano dell’esercito inglese, e Cedella Booker, giamaicana. “Mio padre era un bianco, mia madre nera, io sono in mezzo, io sono niente” – era la sua risposta preferita quando gli domandavano se si sentisse un profeta o un liberatore – “tutto quello che ho è Jah. Così non parlo per liberare i bianchi o i neri, ma per il creatore”.

Nato in Giamaica, Bob Marley ha iniziato la carriera musical nel 1963 con i Waliers, mentre nel 1974 si è messo in proprio, fino alla sua morte nel 1981 a causa di un tumore. Le sue canzoni hanno venduto in tutto il mondo più di 75milioni di dischi. Tra i brani più famosi vogliamo citare No Woman No CryStir It Up,Get Up, Stand UpBuffalo Soldier e Redemption Song.

 

 

Facebook
Twitter